Everton, Gueye out e Kean in: ora cosa serve per l’Europa?

0
174

Attivissimo in queste ore di mercato, l’Everton annuncerà a breve l’arrivo di Moise Kean. Il giovane talento italiano sarà un nuovo attaccante dei Toffees, che andranno dunque a rafforzare il proprio reparto offensivo con uno dei più interessanti giocatori del panorama mondiale nati dopo il 2000. Nel contempo però il club di Liverpool ha salutato Gueye, destinazione Paris Saint-Germain. Molti allora se lo domandano, cosa serve al club per riuscire finalmente a competere per un posto in Europa?

Everton, dopo Kean serve un centrocampista

E’ una delle domande che più assilla gli appassionati di Premier e i tifosi dei blu di Liverpool: come è possibile che l’Everton, pur spendendo (e non poco) nelle varie sessioni di mercato, non riesca mai a dare una svolta e a lottare per un posto in Europa? Sicuramente la società si augura di aver trovato in Marco Silva l’uomo giusto: alla sua seconda stagione il portoghese è chiamato a svoltare. Ora però sarà importante regalare al manager lusitano un nuovo innesto a centrocampo, ma non solo.

Con la cessione di Gueye serve infatti un nuovo centrocampista. Silva si augura che Schneiderlin possa aver superato i problemi della scorsa stagione. Delph è un buonissimo innesto, ma non può certo bastare. Di certo con l’arrivo del giocatore inglese le alternative sono aumentate: con un idoneo sostituto del senegalese sarebbe corretto ritenere l’Everton il possibile outsider della stagione?

Di certo la squadra, con un Europeo alle porte, sarà motivata. I tanti nazionali, da Digne a Keane, da Pickford ad Andre Gomes fino allo stesso Kean, avranno grandi motivazioni per conquistare un posto tra i 23 convocati nelle rispettive nazionali. Oltre alla motivazione, il fatto di non disputare competizioni europee e di non avere impegni infrasettimanali potrebbe rappresentare un vantaggio. La rosa  si è ampliata e la qualità è notevole, ma sembra ancora incompleta. Oltre al sostituto di Gueye serve anche un centrale difensivo, visto che Zouma è tornato al Chelsea. La distanza con le big è ancora ampia, ma con due acquisti mirati a centrocampo e in difesa e con un po’ più di continuità, sperando nel salto di qualità definitivo di alcuni giocatori (Richarlison in primis), i Toffees potrebbero sorprendere.