Verso Manchester United-Liverpool, Red Devils snobbati: il destino è scritto?

0
130

Manchester United-Liverpool non è soltanto una partita. Per i tifosi delle due squadre è LA partita. In ambito britannico, infatti, è sicuramente la più grande rivalità tra due club che non appartengono alla stessa città. E’ il North-West Derby, che domenica vedrà le due squadre affrontarsi per la 203a volta. 79 le vittorie dello United, 67 quelle del Liverpool e 56 i pareggi. La sfida che però si disputa domenica all’Old Trafford sembra riservare i favori del pronostico ad un’unica squadra, come in poche altre occasioni prima d’ora.

Il Liverpool arriva da un cammino praticamente perfetto in campionato: otto gare disputate e otto vittorie, con un consistente vantaggio sul Manchester City. La squadra di Klopp pare un macchinario oliato alla perfezione, che soltanto il Napoli in Champions League è finora riuscito ad arrestare. E pare difficile che i Red Devils possano riuscire nell’intento di fermare i grandi rivali. La squadra di Solskjaer arriva da un periodo decisamente buio. Dopo la convincente vittoria all’esordio contro il Chelsea è arrivato solo un altro successo contro il Leicester il 14 settembre (due se sommiamo la vittoria contro l’Astana in Europa League cinque giorni dopo). Nel mezzo tante prove poco convincenti tra Premier e coppe. Una squadra che fatica a segnare, con cinque reti in sette gare (una nelle ultime tre) e che sembra assai vulnerabile e fragile.

https://twitter.com/kay_akn/status/1183870985080061953

Tanti giovani, pochi leader e anche qualche infortunio hanno penalizzato il cammino degli uomini di Solskjaer. Il manager norvegese, la scorsa stagione, sembrava aver dato la giusta carica, ora invece il suo futuro pare essere in bilico. Quella 12a posizione in classifica poco piace alla proprietà, che spera che la squadra possa già risollevarsi contro il Liverpool. Ma se c’è una persona che sa quale significato possa avere Manchester United-Liverpool potrebbe essere proprio lui.

I favori del pronostico pendono però tutti dalla parte dei Reds. Lo United, dalla sua, sembra avere solo il vantaggio di giocare di fronte al proprio pubblico, che potrebbe rappresentare il maggior ostacolo per gli uomini di Klopp. Intanto Danny Mills ha già detto la sua, sottolineando che in un’ipotetico top XI del match, lui sceglierebbe praticamente solo i giocatori del club campione d’Europa in carica. Opinione corretta? O vietato sottovalutare uno United ferito? A parlare potrà essere soltanto il campo: l’appuntamento quindi è per domenica pomeriggio.