Buon pareggio in inferiorità numerica, ora arriva il Manchester United

0
96

Con il pareggio conquistato nel Monday Night al Villa Park contro l’Aston Villa, il West Ham ottiene il quarto risultato utile consecutivo e sale a 8 punti in classifica. La zona bassa è lontana mentre sono molto vicini i primi posti che portano in Europa: il Tottenham, terzo, ha gli stessi punti ma una migliore differenza reti. Il prossimo impegno, in casa contro il Manchester United, si preannuncia dunque come una vera e propria prova di maturità per gli uomini di Pellegrini.

Gli Hammers, nonostante l’espulsione di Masuaku arrivata nella ripresa, sono riusciti a portare a casa un punto prezioso a Birmingham. Il prossimo impegno sarà importante per capire davvero la crescita dei londinesi, che fino ad ora hanno incontrato un calendario piuttosto semplice. Senza il terzino congolese sarà da valutare se Pellegrini preferirà inserire Cresswell oppure Zabaleta (come accaduto ieri). La sfida ai Red Devils sarà inoltre un bel banco di prova per la coppia DiopOgbonna. I due hanno dimostrato solidità e con il loro impiego la squadra ha subito solo due reti in quattro gare, totalizzando due vittorie e due pareggi. Se dovessero far bene anche contro lo United, il manager cileno avrà sicuramente delle certezze in più.

West Ham, Reid verso il rientro?

Intanto, oltre a Masuaku, sarà indisponibile anche Michail Antonio. L’anglo-giamaicano dovrebbe probabilmente tornare nel nuovo anno per recuperare appieno dall’infortunio occorso in EFL Cup. L’operazione al ginocchio ha avuto successo: ora il giocatore dovrà effettuare la riabilitazione. Sembra invece sempre più vicino a rivedere il campo Winston Reid. Il centrale neozelandese è fermo ormai da tempo, ma sembra che i fantasmi siano ormai alle spalle. Filtra ottimismo sulla possibilità che a breve possa rientrare a pieno titolo con il resto del gruppo.