CARABAO CUP. Durissimo Manchester City, distrutta la favola Burton Albion: all’Etihad 9-0!

0
285

Nove a zero. Ripetiamo, nove a zero. Una pioggia di gol per spegnere la favola Burton Albion e tornare da campioni in carica a Wembley a giocarsi la Carabao Cup, la nota Coppa di Lega britannica.

Il Manchester City annienta, distrugge ed umilia i poveri Brewers, straordinari ad arrivare fin qui, purtroppo sfortunati a trovare davanti a loro un’armata tornata agli antichi fasti dopo la pesantissima vittoria sul Liverpool che di fatto ha riaperto la Premier rimotivando l’undici di Guardiola.

Pep che dunque conquista un altro record nelle sue splendide annate britanniche, probabilmente nessuno aveva mai vinto una semifinale di Coppa di Lega con così tanti gol di scarto. Va detto per onestà che il sorteggio è stato strafavorevole al Man City, partendo dai sedicesimi fino ad oggi. Così come a Leicester, un’altra rigorata vinta ai quarti. Sempre contro loro, sempre contro le volpi, sempre al King Power.

Mattatore assoluto dell’incontro Gabriel Jesus, che ha saputo sfruttare la sua occasione sigillando un poker che insidierà la titolarità di Aguero. Soltanto turnover in difesa per Pep, che poi davanti schiera il suo undici titolari perfetto: a segno infatti De Bruyne e Mahrez, doppio assist per Sanè ed uno a testa per i Silva. Addirittura un gol a testa per i fullbacks Walker e Zinchenko; segna ancora anche Foden, replicando l’ottima prestazione di domenica.

Nel finale discutibile disperata caccia allo storico 10-0, che per fortuna non arriva. Per fortuna, concedetemelo. Lo sport è questo, devi sempre lottare fino alla fine. Ma dall’altra parte resta desolante l’immagine del povero Nigel Clough, figlio dell’indimenticato Bryan, campione d’Inghilterra col Derby ma soprattutto due volte d’Europa col suo magico e storico Forest. Veder il Man City così grintoso spingere fino al 92′ alla caccia del decimo sigillo è senz’altro sport, persino forse rispetto per l’avversario. Ma non si offendesse nessuno se da stasera a Burton Upon Trent facessero tutti il tifo per Klopp.