Manchester City – Schalke 7-0, pagelle e tabellino. Calcio totale all’Etihad, Guardiola sul velluto

0
316

Accademia pura e calcio totale all’Etihad dove il Manchester City completa quanto di buono costruto a Gelsenkirchen e strappazza un minuscolo Schalke 04 conquistando di fatto l’accesso ai quarti di finale di Champions League. D’altronde, se all’andata avanti 2-1 riesci a perdere 2-3 con l’uomo in più, non hai grosse speranze, specialmente in casa di una corazzata che, a meno che non affronti squadre più esperte, non è che abbia poi così tanti problemi in Europa. All’Etihad è finita 7-0, sorteggio favorevole sì, ma ennesima espressione di football totale, scintillante e dinamico del team di Guardiola.

CRONACA

Guardiola col 4-1-4-1 iper offensivo, a testa alta, spavaldo e padrone. Non c’è Fernandinho, scala Gundogan in cabina di regia. Il calcio totale Guardiolano nasce dal basso, con Danilo addirittura difensore centrale e sugli esterni Walker e rivelazione Zinchenko, spinta pura. Dall’altra parte Mimmo Tedesco vive un periodo delicatissimo, rischio esonero e 3-4-3 imbottito chiamato a trasformarsi in 5-4-1 in fase di non possesso. Poche certezze nell’ambiente Schalke, dopo le recenti cocenti sconfitte in Bundes. E dalle imbucate di Walker e Zinchenko nascono le palle gol che dopo una fase di studio iniziano a fioccare alla mezzora, quando il City straripa: sblocca Aguero dal dischetto, raddoppia lo stesso Kun sfruttando una mezza papera di Fahremann, a gambe aperte anche sul 3-0 di Sanè.

Partita in cassaforte e divertimento puro anche nella ripresa, quando non cambia nè la trama giornalistica nè quella tattica: fioccano occasioni e palle gol, costruite esattamente come nel primo tempo. Fendente di Sanè alla ricerca di Sterling, controllo del Var (il terzo in serata) e 4-0. Lo stesso Sanè divora l’opportunità del 5-0 ma serve a Bernardo Silva il suggerimento giusto. Entra Foden e da predestinato sigilla il 6-0 che somiglierebbe ad un punteggio tennistico, prima dell’acuto di Gabriel Jesus che chiude la contesa sul 7-0.

PAGELLE E TABELLINO

Manchester City 4-1-4-1: Ederson 6 Walker 6.5 Danilo 6.5 Laporte 6.5 (72′ Delph 6) Zinchenko 7, Gundogan 7.5, Sterling 7.5 David Silva 6.5 (64′ Foden 6.5) Bernardo Silva 6.5 Sanè 7.5, Aguero 7 (64′ Jesus 6.5).

I migliori: benissimo i fluidificanti, straordinario Gundogan per equilibri e regia, sontuoso Sanè con le sue formidabili fiammate, momento d’oro per Sterling. Partita vinta e dominata sulle corsie esterne: leggermente in ombra David Silva, ancora evidentemente non al meglio della condizione. Passeggiata di salute per Ederson

Schalke 04 3-4-3: Fahremann 4.5, Stambouli 4.5 Sanè 4.5 Bruma 5, McKennie 4 (74′ Mendyl 5) Serdar 5 Bentaleb 4.5 Oczipka 4, Konoplyanka 4.5 Burgstaller 4 (79′ Teuchert sv) Embolo 4 (69′ Skrzybski 5.5)

Malissimo Fahremann così come tutti i centrali. Disastrosi i quinti di difesa: movimenti rovinosi e calcisticamente surclassati. Tutto fumo e niente arrosto, come sempre, Nabil Bentaleb. Impalpabile Konoplayanka, confusonario Embolo, semplicemente non adatto a questi livelli il povero Burgstaller.

Marcatori: 35′ Aguero (rig), 38′ Aguero, 42′ Sanè, 56′ Sterling, 71′ Bernardo Silva, 78′ Foden, 84′ Jesus

Ammoniti: Bruma, Danilo, Zinchenko