Southampton-Tottenham 2-1, pagelle e tabellino. Colpaccio Saints, Spurs a picco

0
246
southampton

Colpaccio assoluto del Southampton in chiave salvezza e Tottenham ancora battuto, stavolta 2-1, stavolta dagli audaci Saints. I biancorossi di Hasenhuttl riconquistano ciò che Lukaku aveva tolto loro una settimana fa e mostrando carattere, determinazione e ottima organizzazione rimontano gli Spurs, condannandoli ad un finale di campionato da brividi.

Apre Harry Kane, sfruttando un assist del rientrante Alli. Tottenham che gestisce la gara ma non riesce a chiudere la contesa, così capitola nel finale, trafitta da un tap-in di Valery (gravissima dormita della difesa bianca) e da un calcio di punizione magistrale di Ward-Prowse. La maturità è tutt’altra cosa. Il salto di qualità resta lontanissimo.

QUI SAINTS Delirio al St Mary’s e tre punti pesantissimi in chiave salvezza per Hasenhuttl: la squadra lotta, la squadra gioca e conquista ciò che conta di più, i punti. A differenza degli ultimi anni, però, i Saints sono tornati a mostrare talento e gioventù prestigiosa. I due marcatori di oggi, stessi d’Old Trafford, promettono futuro brillante. Ci sarà da lottare fino alla fine perchè, se Huddersfield e Fulham sembrano ormai andate, il Cardiff non molla e continua a lottare: anche oggi 2-0 al West Ham, Blue Birds ancora a 2 punti di distanza dalla salvezza.

QUI SPURS A picco il Tottenham Hotspur. Crisi finita? Nemmeno per sogno. La vittoria di Dortmund aveva illuso i sostenitori che le difficoltà fossero alle spalle, invece la squadra è crollata ancora. Tra Burnley, Chelsea, Arsenal e Saints soltanto un misero punto. Risultato? Completamente risucchiati nella corsa Champions: Chelsea, Arsenal e United sentono odore del sangue. Adesso tre settimane di sosta, poi la primavera nel nuovo stadio. Il Tottenham dovrà ripartire e chiudere alla grande, se non vorrà salutare la Champions dopo 3 meravigliosi anni tra le top4. Pochettino mastica amaro, anzi, amarissimo.

PAGELLE E TABELLINO

Southampton 3-4-2-1 Gunn 6.5, Bednarek 6.5 Yoshida 6.5 Vestergaard 6, Valery 6.5 Romeu 5 (46′ Long 6, 73′ Armstrong 6.5) Hojbjerg 6 Bertrand 6.5, Ward-Prowse 7 Redmond 6.5, Austin 5.5 (Sims 6.5)

Il migliore Ward-prowse 7. Il suo momento è definitivamente arrivato. Pupillo di Southgate, ormai pianta stabile in Nazionale. Galleggia benissimo tra le linee e sa ispirare la manovra dei suoi. Dopo l’Old Trafford, replica un’altra soluzione balistica su punizione di straordinario livello. Regala la vittoria ai suoi, una delle vittorie più importanti dell’anno. Grande spirito di sacrificio e disponibilità ad aiutare il compagno, centrocampista offensivo moderno. Ripiega benissimo in fase di non possesso e mina palleggio avversario. L’oscar del migliore non poteva che andare a lui.

Il peggiore Romeu 5 Esce all’intervallo. Troppo lento e compassato. Non riesce nemmeno a mostrare le sue qualità migliori, quelle di interdizione.

Tottenham 4-3-1-2 Lloris 6, Walker Peters 5 Sanchez 5.5 Vertonghen 6 Rose 5 (82′ Davies sv), Dier 5.5 Sissoko 6 Eriksen 5.5, Alli 6 (82′ Llorente), Lucas 5.5 (72′ Son 6) Kane 6.5.

Il migliore Kane 6.5 Difficile trovare il migliore in campo in un pomeriggio così negativo. Forse Kane, bel gol, solito centro importante, gol che varrà soltanto per le statistiche.

I peggiori Walker-Peters e Rose 5 Coppia di terzini semplicemente disastrosa al St Mary’s. Semplicemente non adatto a questi livelli il primo, giornata nerissima per il secondo, una giornata che evidenzia in un sol boccone tutti i suoi difetti: superficialità, disattenzioni, ego smisurato che spesso e volentieri lo porta a sbagliare tutto. Rose è tutt’altra pasta, quello vero. Negativa la prestazione di Eriksen, distrutto da Pochettino nella nuova posizione da mezzala: spento, lento, stremato. A volte, colpevolmente, passeggia.