Tottenham-Everton 2-2, pagelle e tabellino: bel finale, grande festa

0
302

di Simone Dell’Uomo

Bandiere al vento, sole primaverile e giornata di festa al Tottenham Hotspur Stadium. Due squadre belle da vedere, storiche, tranquille, virtualmente consapevoli del proprio destino: pomeriggio ideale per divertirsi chiudere la Premier in bellezza. Gli Spurs, stremati dopo un finale di stagione tanto massacrante quanto emozionante, non riescono a sorpassare il Chelsea e chiudono al quarto posto, piazzamento che garantirà loro la qualificazione alla Champions per il quarto anno consecutivo. Quella stessa Coppa dalle grandi orecchie che sognano di alzare sotto le stelle di Madrid.

TOTTENHAM-EVERTON 2-2

A Londra solo 2-2 con l’Everton. Spurs stanchissimi, Blues spavaldi. Apre Dier dopo appena pochi minuti, Alli gestisce male le ripartenze e la prima frazione si chiude sull’1-0. Nella ripresa ritmi da fine stagione per gli Spurs: gli ospiti ne approfittano e sorpassano prima con un diagonale del solito Theo Walcott poi con una deviazione sotto porta di Cenk Tosun. Sarebbe un gran finale di stagione per l’Everton, una gran bella soddisfazione, nonostante non sia riuscito a conquistare quel settimo posto che, Guardiola permettendo, avrebbe garantito il calcio europeo 19/20. Ed invece ci pensa Eriksen, che dopo un paio di stagioni torna a realizzare su punizione battendo Pickford con eleganza e astuzia. Finale tecnicamente acceso, ma finisce in parità.

Tottenham ed Everton si dividono la posta in palio. Bel punto per i Toffees, protagonisti di un bel finale di stagione: si dovrà ripartire da qui per costruire migliori fortune in futuro. Squadra giovane e inesperta, ma tanta qualità. E può crescere. Per gli Spurs niente terzo posto, ma cambia poco: sarà ancora Champions, è grande festa. La banda Poch volerà a Madrid, il popolo omaggia i suoi eroi. Bel siparietto tra le due tifoserie: in piena ripresa il settore ospiti blues omaggia gli Spurs, che raccolgono e applaudono. Un vero e proprio gemellaggio in vista di una finale di Champions, la sponda Blue del Mersey sarà tutta sostenitrice del Tottenham Hotspur.

PAGELLE 

Tottenham 4-4-2: Lloris 6, Walker Peters 6.5 Alderweireld 6 Dier Davies 5, Eriksen 6.5 Sissoko 6.5 Alli 5 (46′ Wanyama 6) Lamela 6 (77′ Skipp sv), Lucas 6 Llorente 6 (77′ Janssen sv)

I migliori Walker-Peters, Sissoko, Eriksen 6.5 Soliti strappi poderosi del centrocampista francese, promettente prestazione dell’esterno basso dell’academy, brillante calcio di punizione del fantasista danese.

I peggiori Alli e Davies 5: Egoista e impreciso l’asso britannico, deludente l’esterno basso gallese

Everton 3-4-3: Pickford 6, Keane 6 Mina 6 Zouma 5.5, Digne 6.5 Schneiderlin 6 Gueye 5.5 (65′ Gomes 6) Walcott 7, Sigurdsson 6.5 Bernard 6.5 (65′ Lookman 6.5) Tosun 6.5

Il migliore Walcott 7: gioca quinto a destra, ciononostante realizza un gran gol. L’ennesimo, contro questi colori. Bene tutto l’attacco

I peggiori Gueye e Zouma 5.5: fisici ma imprecisi

 

TABELLINO

Marcatori: 3′ Dier, 69′ Walcott, 72′ Tosun, 75′ Eriksen

Ammoniti: Schneiderlin, Digne

Possesso: 57-43%

Tiri totali: 8-13

Corners: 7-4.