Tottenham Hotspur Stadium, ennesimo rinvio: a Wembley anche il derby con l’Arsenal

0
515

Un altro, ennesimo, rinvio. Il Tottenham Hotspur Stadium sembra proprio non voglia aprire i battenti. Il North London Derby in programma il prossimo 2 marzo, quello tra Tottenham e Arsenal, si giocherà ancora a Wembley. 

Arrivato infatti in tarda mattinata il comunicato di Daniel Levy, presidente del Tottenham, per scusarsi ancora coi suoi sostenitori e ringraziarli per la pazienza dimostrata, almeno fin qui. Per uno stadio che avrebbe dovuto aprire i battenti a metà settembre, in occasione della gara interna col Liverpool, finita 2-1 per i Reds a Wembley.

In quell’occasione furono rilevati “Critical Safety-System problems”, ovvero problemi all’impianto di sicurezza, mai specificati, temi mai colpevolmente spiegati nel dettaglio dal club. L’impianto ha ospitato già due “test events”, test in cui diverse centinaia tifosi hanno visitato la struttura e testato le sue effettive capacità di sicurezza. Levy ha definito “pivotals” le prossime settimane: settimane chiave, decisive, per capire se effettivamente sussistono margini per inaugurare l’impianto prima della fine della stagione sportiva.

Ora, capite bene la frustrazione e la stanchezza dei tifosi del Tottenham. Certo, costruire bene uno stadio come questo non è semplice, perchè concorrono tanti fattori e tante ditte che hanno collaborato per l’allestimento di uno degli impianti in futuro più belli d’Europa, impianto che come noto ospiterà anche diverse partite di NFL, tanto per mostrare l’ambizione del progetto marketing degli Spurs. Ma bisognava mostrare altresì chiarezza coi propri sostenitori e con un progetto tecnico, che include Pochettino e giocatori, che ormai da due anni vagabondano su tutti i campi d’oltremanica in attesa della terra promessa.

Ormai mancano una manciata di mesi alla fine della stagione e la prospettiva di giocare anche l’intera Premier 18/19 a Wembley è tutt’altro che remota. Un vero e proprio peccato, vista la grandezza del campionato degli Spurs, ancora a tutti gli effetti aritmetici in corsa per il titolo. Mancherà la spinta di 62.000 speroni, una spinta che con ogni probabilità non arriverà prima del prossimo agosto.

Già, perchè adesso l’apertura sembra rinviata alla gara col Crystal Palace in programma il 16 marzo. Palace che se dovesse superare gli ottavi di Fa Cup, non sarebbe disponibile all’evento in quanto impegnata coi quarti della competizione nazionale più antica del continente. Stesso discorso per il Brighton, prima gara interna in programma ad aprile, proprio dopo la classica sosta per le nazionali di fine marzo. Insomma, storia nella storia, non c’è alcuna certezza. Non c’è programmazione. Sarà bello, bellissimo, ma quando? Resta un futuro troppo anteriore. E i tifosi sono stanchi, eccome.