Nostalgia Rooney, nove anni fa il leggendario gol nel derby

0
414

E’ il 71esimo minuto del derby tra Manchester United e Manchester City quando Nani, dalla destra crossa in area il pallone. Sulle panchine delle due squadre ci sono Sir Alex Ferguson e Roberto Mancini. In area del City, con la maglia rossa e il numero 10 sulle spalle, c’è lui, Wayne Rooney. Si coordina, si alza in cielo e di destro impatta perfettamente il pallone lasciando impassibile Joe Hart.

In Sudamerica la chiamano Chilena, perché dicono che sia nata in Cile, oltremanica Bicycle Kick, come se fosse un giro completo del pedale di una bicicletta. Fatto sta che la rovesciata, come la conosciamo noi in Italia, è uno dei gesti tecnici più belli da ammirare su un campo da calcio. E quella di Rooney in quell’11 febbraio 2011 è rimasta iconica, “Nella leggenda dei derby di Manchester”, come disse il noto telecronista Massimo Marianella in diretta non appena il pallone si infilò in rete per il decisivo 2-1 e l’esplosione dell’Old Trafford. Sono passati già nove anni da quel gesto che consacrò l’attaccante di Liverpool come uno dei più forti giocatori di quel periodo e quel gol come uno dei più belli della storia della Premier League.

Photo by Getty Images

Ora, a nove anni di distanza, il 10 del Manchester United lo indossa Marcus Rashford, ma i Red Devils navigano in acque decisamente diverse. In quella stagione si giocarono la finale di Champions League (persa contro il Barcellona), vinsero la Premier League e disputarono una super stagione. C’è da chiedersi se Rashford sia il degno erede di Rooney e soprattutto se quella attualmente percorsa sia la strada giusta per ripartire. Se la risposta alla prima considerazione potrebbe essere un sì, nell’altra circostanza sorge invece qualche dubbio in più. Vedremo il futuro cosa ci saprà dire.