Chelsea 4-1 Arsenal, tabellino, cronaca e pagelle: il cielo è ancora più blu sopra Baku

All'Olympic Stadium di Baku si affrontano Arsenal e Chelsea, nel derby tutto inglese uscirà la prossima vincitrice dell'Europa League 2018/19

0
994

Tutto esaurito al Baku Olympic Stadium, era dal 1971/72 che non si vedeva una finale tutta inglese in Europa League. A contendersi la coppa ci saranno Chelsea Arsenal, le due squadre londinesi tra loro distanti solo 10 km, ma che per agguantare la coppa hanno dovuto compiere un viaggio lungo 9.000 km.

Il Chelsea, arrivato terzo in campionato, mira a raggiungere la vittoria per la gloria e l’onore, soprattutto per Maurizio Sarri che vincerebbe il primo titolo in terra inglese con i Blues. Dall’altro troviamo la squadra di Emery, già vincitore tre volte dell’Europa League con il Siviglia, incattivita e intenzionata a vincere il trofeo anche per agguantare la Champions League, in campionato non raggiunta per un solo punto. Imbattuto il Chelsea con 11 vittorie e un pareggio, Arsenal alla sua ottava finale europea, ultimo match della carriera per Petr Cech, prima volta che viene utilizzato il VAR in una finale. Possiamo dunque dire che le emozioni non mancheranno di sicuro e quindi: signore e signori, benvenuti alla finale di Europa League 2018/19.

https://twitter.com/EuropaLeague/status/1133614195193372672

Higuain parte dalla panchina, a lui viene preferito Giroud che ha fatto molto bene in questa competizione. L’Arsenal in attacco si affida al solito trio Aubameyan-Lacazette-Ozil.

https://twitter.com/EuropaLeague/status/1133814599382458369

Calcio d’inizio battuto dai Gunners schierati con la solita casacca e attaccheranno da sinistra verso destra. Arsenal vicino al gol al 10′, sul cross di Maitland-Niles respinge male Kepain quel momento arriva Aubameyang ma l’attaccante dell’Arsenal calcia male e spreca sul fondo. L’Arsenal chiede un calcio di rigore al 18′Lacazette anticipa il portiere in uscita, ma l’arbitro Rocchi non concede il penalty perché il francese trascina il piede per cercare il contatto con il portiere spagnolo, ottima chiamata quella dell’arbitro italiano. Brivido per i tifosi del Chelsea al 28′, Xhaka si accentra e fa partire un missile che va a sfiorare la traversa, Arsenal vicinissimo al gol del vantaggio.

https://twitter.com/EuropaLeague/status/1133819461675429888

I Blues reagiscono e iniziano a imporre il proprio gioco, al 32′ Emerson Palmieri sale sulla fascia, entra in area e calcia in diagonale, Cech si fa trovare pronto, primo squillo degli uomini di Sarri ma il terzino brasiliano era troppo defilato per poter impensierire il portiere ceco. Chelsea vicino al vantaggio al 39′, Giroud si inserisce centralmente dopo il passaggio di Jorginho, calcia incrociando ma bravissimo ancora una volta Cech a respingere a lato, Blues che adesso sono veramente entrati in partita. Non c’è nessun minuto di recupero, il primo tempo termina 0-0. L’Arsenal nei primi minuti gestisce meglio la palla ma non è mai realmente pericolosa, il Chelsea, dopo un inizio attendista, crea qualcosa e va vicina al gol con Giroud, bravo Cech in diverse occasioni a mantenere la sua porta inviolata.

https://twitter.com/EuropaLeague/status/1133822496581529600

Inizia il secondo tempo, nessun cambio per le due squadre. GOL DEL CHELSEA AL MINUTO 49′. Azione manovrata del Chelsea, dalla sinistra arriva il cross di Emerson Palmieri e Olivier Giroud in tuffo è bravissimo ad anticipare la difesa e a battere Cech, 11esimo gol in questa competizione per l’attaccante francese. RADDOPPIA IL CHELSEA AL 60′. Recupera palla a centrocampo Jorginho, la palla viene lasciata sulla sinistra a Eden Hazard che mette in mezzo, Pedro anticipa tutti e di sinistro incrocia battendo Cech, lo spagnolo è il primo giocatore della storia a segnare un gol sia in finale di Champions League sia in finale di Europa League, il Chelsea si porta sul 2-0 a mezz’ora dalla fine.

https://twitter.com/ChelseaFC/status/1133830240256569345

CALCIO DI RIGORE PER IL CHELSEA AL 65′. Maitland-Niles stende in area Olivieri Giroud, molto ingenuo il giovane esterno dell’Arsenal, dal dischetto di presenta Eden Hazard che non sbaglia e AL 64′ IL CHELSEA SI PORTA SUL 3-0. 

GOL DELL’ARSENAL AL MINUTO 69′. Dagli sviluppi di un calcio di punizione Iwobi tira una sassata che batte Kepa, i Gunners accorciano le distanze.

https://twitter.com/Arsenal/status/1133832091135815680

GOL DEL CHELSEA AL MINUTO 71′. Partita che non smette di stupire e di regalare emozioni, sul cambio di fronte Emerson Palmieri ruba palla, mette in mezzo e Hazard batte Cech siglando la sua doppietta personale, il belga molto probabilmente lascerà la squadra al termine della stagione e l’ultima partita non poteva che essere speciale. Il Chelsea è avanti 4-1 a venti minuti dal novantesimo.

https://twitter.com/ChelseaFC/status/1133833264614072320

La squadra di Sarri è in pieno controllo del match, William prima e Azpilicueta poi, sfiorano il gol ma entrambi non trovano fortuna. Arsenal vicina al gol del 4-2 con Willock che di fronte Kepa tira alto. Assalto finale dei Gunners per cercare di ridurre lo svantaggio ma il Chelsea si chiude bene, intanto, l’arbitro Rocchi concede tre minuti di recupero. Finisce cosi, il CHELSEA VINCE MERITATAMENTE LA 48ESIMA EDIZIONE DELL’EUROPA LEAGUE.

https://twitter.com/ChelseaFC/status/1133838193244168192

TABELLINO

CHELSEA 4 – 1 ARSENAL

GOL: 49’ Giroud (CHE), 60’ Pedro (CHE), 65’ Hazard rig. (CHE), 71’ Hazard (CHE); 69’ Iwobi (ARS)

AMMONITI: 55’ Pedro (CHE), 67’ Christensen (CHE)

ESPULSI:

STADIO:  Baku Olympic Stadium (Baku)

ARBITRO: Gianluca Rocchi (ITA)

I MIGLIORI

Eden Hazard 7,5  Sottotono nel primo tempo, si prende la squadra nel secondo e inizia a far girare meglio la squadra. La sua doppietta è un degno saluto dopo 7 anni al Chelsea.

Olivier Giroud 8 Pesantissimo il suo gol a inizio secondo tempo, lotta per tutta la partita ed è sempre presente dove serve. Splendido l’assist che serve per il primo gol di Hazard.

Petr Cech 10 Voto alla carriera per uno dei migliori portieri nella storia del calcio, inglese e non. Preziosissimo il suo contributo nel primo tempo, ma nulla può sotto i colpi del Chelsea nel secondo tempo. Solo applausi per un mostro sacro come lui, da domani dirigente del Chelsea.

Alex Iwobi 7 Entra e cambia la partita, crea diverse occasioni da gol e ne segna anche uno, proprio lui causa la punizione dove parte il gol dei Gunners.

I PEGGIORI

Mesut Özil 4 Totalmente assente dalla partita, nel secondo tempo è apparso quasi svogliato. Ancora nessun titolo europeo per il calciatore tedesco.

Pierre Aubameyang 5 A differenza di Lacazette, viene chiuso sempre in anticipo dalla difesa e non crea praticamente pericoli al Chelsea.

Latest posts by Giuseppe Cirignotta (see all)