Champions. Tottenham-Dortmund 3-0, pagelle e tabellino. Mercoledì da leoni a Wembley, Borussia al tappeto

0
473
tabellino barcellona arsenal

Dopo aver vinto partite sporche con Watford, Newcastle e Leicester ed aver consolidato il terzo posto in Premier, il Tottenham torna a brillare nell’ecosistema che regala più emozioni, la sua Champions League. Distrutto il Borussia Dortmund a Wembley, 3-0 netto e quarti di finale ipotecati.

Decide una tempesta perfetta, una tempesta scatenata da Son, Vertonghen e Llorente che sigillano una mercoledì da leoni. C’è una gara di ritorno da giocare, sarà durissima davanti alla muraglia giallonera, certo, ma uno score così costituisce senz’altro un bottino formidabile nel viaggio che porta ai quarti di finale.

CRONACA

Buon Dortmund nel primo tempo, audace e spavaldo. Costruite diverse interessanti palle gol, ma la giovane età significa al tempo stesso mancanza di esperienza e le giovani stelline di Favre non riescono a castigare. Nella ripresa esce tutta la classe di un Tottenham orfano sì di Kane e Alli, ma pieno di qualità, esperienza e fisicità: gran cross di Vertonghen dopo pochi secondi, destro vincente di Son al volo. Gara sbloccata. Più Tottenham che Dortmund: Spurs più pericolosi e più determinati, Sissoko una macchina e Son imprendibile. Eriksen illumina, cross al bacio di Aurier (una notizia!) inserimento perfetto di Vertonghen: raddoppio e strada spianata. Qualche minuto più tardi altro corner, altra palla gol: traversone sopraffino di Eriksen, zuccata vincente del neo entrato Fernando Llorente, ariete che sigilla un gol pesantissimo. Al tramonto della gara Guerreiro sfiora l’incrocio dei pali, sfiorando un gol che di fatto avrebbe riaperto tutto in vista del ritorno in Germania. Adesso per i gialloneri una missione proibitiva. Servirà una squadra molto più determinata e cattiva, tutt’altro di quello che è riuscita a mostrare stasera: sembrava proprio il vecchio Tottenham Hotspur, tutto fumo e niente arrosto.

PAGELLE E TABELLINO

Tottenham 3-5-2: Lloris 6.5, Foyth 6 Sanchez 6.5 Alderwireld 6, Aurier 6 Winks 6.5 Sissoko 6.5 (90′ Wanyama sv) Vertonghen 7, Eriksen 6.5 Lucas 6 (84′ Llorente 7) Son 7.5 (90′ Lamela sv)

Il migliore Son 7.5 Trascinatore tecnico del Tottenham Hotspur. Se Eriksen illumina e Vertonghen mostra tutta la sua esperienza anche da esterno sinistro, è proprio la scheggia coreana a conquistare più di tutti, ancora una volta, l’ennesima volta, tutte le copertina. A differenza di Lucas Moura punta sempre per far male: mostra freddezza sotto porta e colpisce come i killer migliori. Talento e tecnica da vendere. Mostra altresì ottima visione di gioco rifinendo i compagni.

Il peggiore? Difficile trovare un peggiore in un ottavo vinto 3-0. Forse Sergie Aurier, ancora titubante in determinati frangenti. Ormai chiari i motivi per cui il Psg ha deciso di far a meno di lui due estati fa. Riscatta però i suoi ricorrenti e irritanti errori di tecnica e concentrazione confezionando un assist al bacio che vale il 2-0 in un momento pesantissimo della gara.

Borussia Dortmund 4-2-3-1: Buerki 5.5, Hakimi 6 Toprak 5.5 Zagadou 6.5 (77′ Schmelzer 5.5) Diallo 5.5, Witsel 5.5 Delaney 6, Sancho 5.5 (88′ Guerreiro sv) Dahoud 4.5 Pulisic 5(87′ Larsen sv), Goetze 4.5.

Dortmund il migliore Zagadou 6.5 nettamente il migliore dei suoi in una serata nerissima, a dispetto della sua giovane età mostra una fisicità fuori dal comune. Esce lui e il Tottenham dilaga.

Il peggiore? Bocciato tutto il reparto offensivo. Si salva forse solo Sancho per il bel primo tempo. Per il resto fioccano i 5 e i 4.5: Dahoud assolutamente inesistente, Gotze evanescente e non pervenuto, Pulisic buoni spunti ma lontanissimo dai suoi livelli.

Marcatori: 47′ Son, 83′ Vertonghen, 87′ Llorente. Ammoniti: Aurier e Delaney. Possesso: 52-48%.