ASTON VILLA-LEICESTER 2-1 – Hutton inguaia Pearson

0
80
Aston Villa-Leicester 2-1, Hutton regala tre punti ai VIllans

Aston Villa-Leicester 2-1, tre punti d’oro Villans

Marcatori: Ulloa (13′), Clark (17′), Hutton (72′)

Formazioni iniziali:

E’ una vera e propria sfida salvezza quella che va in scena al Villa Park. L’Aston Villa riceve infatti il Leicester ultimo in classifica, a secco di vittorie dallo scorso 21 settembre (5-3 al Man Utd) e che in trasferta ha raccolto soli tre punti in sei incontri. I Villans sono invece in serie positiva da quattro turni e nell’ultima giornata hanno raccolto tre punti preziosissimi sul campo del Crystal Palace. Paul Lambert deve rinunciare a Weimann, squalificato per somma di ammonizioni, e schiera al suo posto N’Zogbia al fianco di Agbonlahor e Benteke. Nelle fila del Leicester, va in panchina il grande ex Albrighton, mentre Pearson preferisce Ulloa a Nugent in avanti.

PRIMO TEMPO – L’avvio del match è scoppiettante e la sfida dopo appena 17 minuti è già sull’1-1. Al 13° il Leicester passa in vantaggio con Leonardo Ulloa, lesto a sfruttare un errore clamoroso di Guzan, autore di una papera sul tiro innocuo di Mahrez. Ecco la rete dell’attaccante argentino.

Passano soltanto quattro minuti e l’Aston Villa ottiene il pareggio. Lo sigla Ciaran Clark, spedendo in tuffo alle spalle di Schmeichel una punizione tagliata di Westwood. 1-1.

La sfida è piacevole e le due squadre si affrontano a viso aperto nonostante la situazione di classifica non sia tranquilla per entrambe le compagini. Schlupp prova a riportare avanti le Foxes, ma la sua conclusione di destro finisce di un soffio a lato. Poco prima dell’intervallo Lambert è costretto ad effettuare il primo cambio; Westwood è infortunato e viene rimpiazzato da Kieran Richardson. Il primo tempo si conclude sul risultato di 1-1.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa c’è un cambio anche nel Leicester; David Nugent prende infatti il posto di Ulloa, autore della rete del momentaneo vantaggio ospite. Benteke si rende prima pericoloso pescando Cleverley – l’ex Man Utd conclude a lato – e poi provando a battere Schmeichel con un tocco soffice ben parato dal portiere danese. La partita è molto intensa e Cambiasso e Schlupp si prendono il cartellino giallo nell’arco di un minuto. Wood prende il posto di Vardy nel Leicester, mentre Grealish subentra a Cleverley nei padroni di casa.
Al 68° minuto Guzan è bravissimo nel negare la gioia del gol a Nugent, proprio tre minuti prima del vantaggio dell’Aston Villa. Benteke serve Hutton tutto solo in area di rigore e l’ex esterno del Tottenham ha tutto il tempo per stoppare a battere Schmeichel con un preciso esterno collo. 2-1 Villa e rimonta completata.

Ecco la rete dell’esterno destro dei Villans.

La squadra di Lambert prende definitivamente in mano il match e prova a chiuderla con Benteke, ma ancora una volta Schmeichel è decisivo nel tenere vivo il match. Al 79° episodio chiave del match. Konchesky entra in ritardo sulla caviglia di Hutton; ne nasce un parapiglia tra i due che porta all’espulsione dell’esterno mancino delle Foxes e all’ammonizione dell’autore del 2-1. Decisione forse un po’ troppo severa dell’arbitro, ma l’intervento di Konchesky è comunque stato sopra le righe.
Il Leicester non ne ha più e non riesce più a rendersi pericoloso dalle parti di Guzan, mentre Schmeichel è ancora decisivo su Agbonlahor.

Il match termina 2-1 per l’Aston Villa che sale a quota 19 punti in classifica. Il Leicester resta inchiodato a quota 10 punti, in fondo alla classifica. E ora per Pearson la situazione si fa davvero critica…