CARABAO CUP PAGELLE CHELSEA – ARSENAL 0-0: i voti dei protagonisti di Stamford Bridge

Ecco anche le nostre pagelle dell’incontro di Stamford Bridge. Nella semifinale d’andata di Carabao Cup Chelsea ed Arsenal hanno chiuso col punteggio di……

pagelle real madrid-manchester united 2-1

PAGELLE CHELSEA – ARSENAL 0-0: i Blues:

CHELSEA (3-5-1-1): Courtois 6, Azpilicueta 7 (c), Christensen 6,5, Rudiger 6,5, Moses 7, Kante 6,5, Fabregas 6, Drinkwater 5,5 (67′ Willian 6), Alonso 6, Hazard 6,5 (83′ Bakayoko s.v.), Morata 5,5 (87′ Batshuayi s.v.). All: Conte

LA SQUADRA – 6. Conte non riesce ancora a battere Wenger, sua vera bestia nera. Il suo Chelsea, soprattutto nel secondo tempo, gioca meglio degli avversari e crea molto di più, ma è ancora decisamente lontano da quella squadra dominante dell’anno scorso. INCOMPIUTI.

IL MIGLIORE – Azpilicueta 7. Lo spagnolo, oggi capitano, è un esempio di costanza ed affidabilità. Se per Hazard ogni pallone sembra in cassaforte, quando gli avversari girano dalle sue parti è Courtois a sentirsi al sicuro. Preciso, ordinato non sbaglia praticamente mai, permettendosi anche qualche cross di qualità in sortita offensiva. SICUREZZA.

IL PEGGIORE – Morata 5,5. Quello che potrebbe sembrare un voto ingeneroso deve essere preso come uno sprono. L’attaccante si batte e prova a crearsi lo spazio giusto, ma il momento di difficoltà è evidente, soprattutto in alcuni tocchi frenetici e imprecisi nel primo tempo. Un po’troppo isolato, riesce ad andare alla conclusione solo una volta da lontano. POCO TRANQUILLO.

PAGELLE CHELSEA – ARSENAL 0-0: i Gunners:

ARSENAL (3-4-2-1): Ospina 6,5, Chambers 6, Mustafi 6,5, Holding 6, Bellerin 5,5, Wilshere 6,5 (56′ Elneny 6), Xhaka 5,5, Maitland-Niles 5,5, Iwobi 6, Welbeck 5,5, Lacazette 4,5 (66′ Sanchez 5,5). All: Wenger

LA SQUADRA – 5,5. Ottimo risultato, ma solo perchè lo sforzo è stato pressochè minimo. I Gunners sono bravi a non concedere spazi, con una difesa molto attenta. Le squadre di Wenger, però, ci hanno abituato a ben altro calcio in fase offensiva, dove oggi sono stati praticamente improduttivi. Servirà di più tra due settimane all’Emirates. PASSIVI.

IL MIGLIORE – Wilshere 6,5. Il centrocampista inglese sta giocando con continuità e mostra grande voglia. La fascia da capitano lo rende orgoglioso comandante di un centrocampo più votato a interdire che a costruire. Esce per un colpo alla caviglia e la sua mancanza rende il gioco dei suoi macchinoso e poco produttivo. RITROVATO.

IL PEGGIORE – Lacazette 4,5. L’attaccante ex Lione si mette in mostra solo quando nel primo tempo fallisce malamente una buona occasione. Per il resto poco movimento e, quindi, pochi palloni toccati. Viene sostituito da Sanchez e la sua faccia dice tutto sul suo momento. DISPERSO.