C’era una volta Liverpool-Manchester City

0
107
oznorCB

Centottantatré sfide in campionato, sedici amichevoli, due sfide anche europee dove a prevalere fu nettamente il Liverpool. E ci sono anche 30 “Wartime games”, ossia le sfide giocate in tempo di guerra. In una di queste, il 6 gennaio 1940, i Reds stravinsero per 7-3 al defunto Maine Road: Billy Liddell, il “Nordhal” del Liverpool, segnò una tripletta. Sono solo alcuni capitoli di una sfida che è divenuta il simbolo contemporaneo della lotta al titolo, tra due compagini che in realtà il titolo se lo sono giocate poche volte e tutte, appunto, in anni recenti. Tranne una: stagione 1976-77, il Liverpool vince il campionato, il suo secondo consecutivo, per un solo punto contro i rivali. Ad Anfield, il 9 aprile, finisce 2-1 grazie alle reti di Keegan e Highway, mentre al Maine Road era finita 1-1. Pochi giorni dopo i Reds vinceranno a Roma anche la loro prima Coppa dei Campioni battendo il Borussia Moenchengladbach.

Il testa a testa in questa stagione si è ripresentato anche al Community Shield in agosto, quando il City prevalse ai rigori sul Liverpool. Lo scorso anno si può dire che la Premier sia stata decisa per pochi millimetri: nel 2-1 all’Etihad per i padroni di casa, fu decisivo un salvataggio sulla linea di Stones che impedì al Liverpool di portare via punti che sarebbero stati decisivi alla luce del 98 a 97 che ha incoronato la squadra di Guardiola campione al fotofinish. E al doppio successo europeo nei quarti di finale di Champions League (3-0 ad Anfield e 2-1 all’Etihad, aprile 2018) sono legate le ultime vittorie del Liverpool contro il City: in campionato occorre tornare al gennaio 2018 per l’ultimo successo, un pirotecnico 4-3 firmato da Chamberlein, Salah, Firmino e Mané. Le vittorie invece più larghe per i Reds appartengono tutte a epoche diverse: 4-0 nel 1902, 1949 e 1974 ad Anfield, 5-0 al Maine Road nel 1982 e addirittura anche un 6-0. E’ il 28 ottobre del 1995 e tra le mura amiche vanno a segno Rush e Fowler con una doppietta a testa e completano la goleada Ruddock e Jamie Redknapp. Nel maggio 1996, partita di ritorno in casa City, finisce 2-2: è il risultato che condanna i Citizens alla retrocessione. Fa un certo effetto pensare che invece, oggi…

Il più presente nella sfida è Gerrard con 26 gettoni conditi da 6 reti, mentre è Ian Rush con 15 gol il bomber più prolifico della sfida: li ha segnati tutti in 20 partite giocate contro il City. Resta negli occhi anche la sfida del 2014, quando il Liverpool di Rodgers vinse 3-2 grazie alle reti di Sterling, Coutinho e Skrtel. Il titolo sembrava cosa fatta, ma lo scivolone di Gerrard contro il Chelsea vanificò quel sabato così speciale. Insomma, non avrà la tradizione e il prestigio dell’altra sfida con gli arcirivali dello United, ma la linea ferroviaria Liverpool-Manchester, la più vecchia al mondo inaugurata nel 1830, porta in dote una sfida ugualmente mai banale. E che ha cambiato i destini della Premier League degli ultimi anni: questa volta con la parte più “povera” di Manchester, si fa per dire, come protagonista.