Cutrone, l’oggetto misterioso dei Wolves che piace a Espirito Santo

0
233

Sono trascorsi circa tre mesi dal suo arrivo in Inghilterra, ma questo lasso di tempo è stato sufficiente a Patrick Cutrone per entrare a tutti gli effetti nel cuore dei tifosi del Wolverhampton. Il suo approdo in Premier League è arrivato quasi come un fulmine a ciel sereno per l’attaccante che negli anni passati si era messo in mostra con la maglia del Milan, in una situazione di certo non così tranquilla.

La stabilità offerta dai Wolves, una piazza in cui si vive senza le pressioni che stanno accompagnando le ultime stagioni dei rossoneri, gli ha permesso di potersi ambientare senza troppa fretta, al punto da non essere ancora uno degli elementi titolari della sua nuova squadra. Già, perché dopo otto giornate di campionato, Cutrone è sceso in campo dal primo minuto soltanto in due occasioni, nelle partite contro Everton e Manchester City. Per il resto, poco più di qualche stralcio di partita, ma nonostante una media di 30 minuti giocati in totale, l’attaccante italiano ha messo comunque a segno un gol contro il Chelsea, inutile ai fini del risultato ma non del morale.

Per trovare spazio e cominciare a incantare anche la Premier League gli serviranno ancora tempo e duro lavoro, ma Cutrone ha intrapreso la strada giusta per arrivare al successo anche in questa nuova avventura, come sottolineano le parole del suo più grande estimatore, Nuno Espirito Santo. Il suo nuovo allenatore, seppur non lo abbia ancora lanciato a pieno regime, è convinto che il suo apporto potrebbe essere fondamentale per i Wolves in questa stagione, in cui bisognerà combattere anche sul fronte dell’Europa League.

“È un giocatore che porta molta energia quando va in campo. Devi trarne vantaggio aspettandoti che migliori perché continua a crescere come giocatore.” E, anche a chi continua a fargli notare che fino a oggi ha trovato la strada del gol appena una volta, l’allenatore portoghese risponde: “Ha lavorato bene per la squadra. È un combattente e noi lo apprezziamo”.

Insomma, anche se il rendimento continua a essere scarso, tanto da far nascere dubbi e domande sull’effettiva utilità del suo acquisto da parte del Wolverhampton, Cutrone gode della piena stima del suo allenatore che sembra volergli concedere tutto il tempo necessario per trovare la sua dimensione anche in Premier League. Per fortuna dei Wolves in attacco il materiale non scarseggia, ma se l’italiano dovesse davvero esplodere, l’Inghilterra potrebbe avere di nuovo la sua più bella outsider.