EDITORIALE – La 24° Giornata di Premier League: cade il Liverpool, bene City e United

0
95
Editoriale Premier League

Cari lettori di PassionePremier.come eccoci ritrovati al nostro classico appuntamento con l’Editoriale. Questa settimana vi racconteremo tutto quello che è accaduto nel ventiquattresimo turno di Premier.

Editoriale Premier League

POKER DEI BLUES – Il lunch match che apre la ventiquattresima giornata vede il Brighton ospitare il Chelsea di Antonio Conte. Il punteggio non lascia dubbi: 0-4 in favore degli ospiti e vittoria meritata.  Protagonista assoluto del match il numero dieci dei Blues Hazard, autore di una doppietta e di una prestazione devastante. Le altre reti del Chelsea portano la firma di Willian e Moses, con questo successo i Blues salgono a quota 50 in classifica, consolidando il loro terzo posto. Continua invece il periodo nero per i Seagulls, che nelle ultime cinque hanno raccolto soltanto due punti ed hanno sperperato tutto il vantaggio sulla zona retrocessione, che era stato accumulato ad inizio stagione.

VINCE MOURINHO – Vittoria sofferta per i Red Devils, che riescono ad uscire con il bottino pieno dal temibile Turf Moor. La squadra di Dyche è piegata da un gol di Martial, il francese va in rete da tre partite consecutive, cosa che non gli era mai capitata in Premier. Il successo dei Red Devils assume un valore molto importante se si pensa, che all’andata i Clarets erano usciti imbattuti dall’Old Trafford.

 

GLI ALTRI MATCH DELLE SEDICI – L’Arsenal strapazza il Crystal Palace con una partenza shock: quattro gol nei primi ventidue minuti della partita. Monreal, Koscielny, Iwobi e Lacazette regalano ai Gunners un successo fondamentale in vista di un possibile ritorno in Champions. Complice lo stop di Tottenham e Liverpool, il quarto posto è tornato lontano solo cinque punti. Nel secondo tempo le Eagles mettono a segno il gol della bandiera con Milivojevic, che fissa il punteggio sul definitivo 4-1. Vittoria bella per le Foxes di Puel, che superano il Watford con le reti dei soliti Vardy e Mahrez, con questo successo il Leicester agguanta il Burnley al settimo posto della classifica. Costa carissima a Marco Silva questa sconfitta, il manager è stato infatti esonerato e sostituito con Javi Garcia.

In zona salvezza importantissimo successo per lo Stoke City, che riesce  ad avere la meglio su di una diretta concorrente come l’Huddersfield. Con questo successo i Potters si tirano momentaneamente fuori dalla zona retrocessione spedendoci il Southampton. I Terriers sono alla terza sconfitta consecutiva, questo pessimo stato di forma sta trascinando la squadra di Wagner nelle zone bassissime della classifica. PAreggi per 1-1 nei match tra West Ham e Bournemouth ed Everton e Wba. Un punto buono per tutti per cercare di tenere a debita distanza la zona calda della classifica, ad eccezione dei Baggies attualmente ultimi parimerito con lo Swansea con soli 20 punti raccolti.

TORNA A VINCERE IL CITY – Dopo la sconfitta contro il Liverpool torna alla vittoria il City di Guardiola e lo fa ai danni del Newcastle di Rafa Benitez. Il mattatore della serata è Aguero autore della tripletta decisiva, ma anche Sane gioca una partita da incorniciare, la giocata prima dell’assist per il terzo gol è veramente meravigliosa. I Magpies hanno retto bene il campo e sono riusciti a mettere in difficoltà i Citizens, prendendo coraggio dal gol del 2-1 di Murphy, tuttavia il tasso tecnico è troppo differente.

I SAINTS STOPPANO GLI SPURS – Il Tottenham di Pochettino non va oltre il pareggio con il Southampton di Pellegrino. A portarsi in vantaggio sono i padroni di casa con un goffo autogol di Sanchez,che infila Lloris nel tentativo di allontare un cross. Il gol del pareggio degli Spurs arriva, neanche a dirlo, dal solito Harry Kane, che svetta più alto di tutto e insacca di testa. Due punti persi per gli Spurs e vista la sconfitta del Liverpool potevano recuperare terreno nella lotta per il quarto posto. Buona prestazione dei Saints, che però continuano a raccogliere troppi pochi punti ed attualmente sarebbero retrocessi.

IL MONDAY NIGHT – La sorpresa più grande della giornata arriva dal Liberty Stadium dove il fanalino di coda Swansea riesce a superare il Liverpool di Klopp grazie ad un gol di Mawson al quarantesimo del primo tempo. I Reds sono sembrati un lontanissimo parente della squadra che una settimana fa aveva battuto il City in un match entusiasmante. Merito va dato anche allo Swansea, bravo ad imbrigliare la manovra degli uomini di Klopp ed a non permettergli di giocare in velocità, tuttavia resta per i Reds il solito problema dei troppi punti perse con le piccole.

 

 

Andrea Pierantozzi

27 anni,laureato in Economia e laureando in Management dello Sport e delle Attività motorie. Credo in poche cose, Totti, Henry e Ronaldinho sono tra queste. Faccio parte di quelli che "Noi non supereremo mai questa fase"