FOCUS – Pep conquista l’Inghilterra: il City è Campione

0
828

E’ il 15 Aprile del 2018 e Pep Guardiola ed il suo Manchester City si laureano Campioni d’Inghilterra per la stagione 2017/2018 con cinque giornate d’anticipo. E’ il titolo numero cinque nella storia dei Citizens, che tornano a vincere una Premier dopo 4 anni. Alla portata del City di Guardiola ci sono diversi record, che da qui al termine della stagione la squadra potrebbe battere: maggior numero di gol segnati, maggior differenza reti, maggior numero di punti conquistati, maggior numero di vittorie, maggior margine sul secondo posto, maggior numero di reti in trasferta, maggior numero di vittorie in casa ed in trasferta. In poche parole questo Manchester City potrebbe diventare, dati alla mano, la miglior squadra nella storia della Premier League, il tutto grazie alla sapiente mano di Pep Guardiola. Lo spagnolo ha iniziato a costruire la sua macchina perfetta lo scorso anno, ma la fragilità difensiva ha compromesso la stagione, così in Estate l’ex manager di Barcellona e Bayern Monaco è corso ai ripari. All’Etihad Stadium sono arrivati il portiere Ederson ed  i laterali Mendy, Walker e Danilo, non contento a Gennaio dall’Atletico Bilbao è stato prelevato Laporte. Una spesa complessiva di oltre 230 milioni di euro per il solo reparto difensivo, che però ha dato decisamente i suoi frutti. La cavalcata in Premier ha inizio il 12 Agosto sul campo del Brighton, Aguero ed un autorete di Dunk regalano i primi tre punti della stagione ai Citizens. La seconda giornata vede arrivare l’Everton all’Etihad Stadium con i Toffees, che riescono a strappare un pareggio ed immediatamente si riaprono le polemiche sulle ingenti spese di Guardiola. Lo stop sembra far rivivere la stagione passata, ma le cose vanno in modo decisamente diverso. Bournemouth, Liverpool, Watford, Crystal Palace, Chelsea, Stoke City, Burnley, WBA, Arsenal, Leicester, Huddersfield, Southampton, West Ham, Manchester United, Swansea, Tottenham, Bournemouth e Newcastle: un’incredibile serie di 18 vittorie consecutive in campionato. Da Agosto a Dicembre Il City le vince tutte creando un vero e proprio solco con tutte le dirette avversarie e chiudendo di fatto i giochi per il campionato. Il 31 di Dicembre il Crystal Palace riesce a fermare sullo 0-0 i Citizens ed interrompe questa incredibile striscia di vittorie, tuttavia da Selhurst Park la squadra di Guardiola esce rinfrancata: Ederson para un rigore a tempo scaduto ed inizia ad aleggiare la possibilità di chiudere la stagione imbattuti, replicando l’impresa dell’Arsenal 2003/2004. Purtroppo per i Citizens la prima sconfitta stagionale arriva il 14 di Gennaio in casa del Liverpool, i ragazzi di Klopp giocano una partita perfetta e riescono a superare il City per 4-3. La cosa non tocca minimamente la squadra di Pep, che ricomincia a vincere battendo Newcastle e WBA. Il 3 Febbraio un altro pareggio, questa volta in casa della rivelazione Burnley, i Clarets di Dyche sono senza dubbio la sorpresa di questa stagione ed un gol di Gudmundsson regala loro un pareggio di prestigio. Il City è sempre ben saldo al comando e dopo questo pari non si ferma più. Leicester, Arsenal, Chelsea, Stoke City, Swansea vengono battute agevolmente per arrivare allo scontro decisivo con il Manchester United. All’Etihad le marcature vengono aperte da un colpo di testa del capitano Kompany, un gol che è quasi un presagio, infatti Kompany segnò anche nel match contro il West Ham, che consegnò il titolo al City. Il raddoppio è una vera e propria perla di Gundogan, che, servito in area di rigore, dopo una splendida azione corale, riesce a girarsi con un numero fantastico e batte De Gea. Nella ripresa il match cambia completamente, i Red Devils di Mourinho compiono una rimonta incredibile grazie alla doppietta di Pogba ed alla rete di Smalling. Per i Citizens è un duro colpo, ma il vantaggio in classifica è talmente ampio, che non scuote un ambiente, che dovrà aspettare soltanto una settimana. Il trentaquatresimo turno di Premier vede i Citizens impegnati sul difficilissimo campo del Tottenham, mentre i Red Devils ospitano l’ultimissimo WBA. Guardiola il Sabato sera schianta gli Spurs con un netto 1-3, mentre la Domenica lo United cade incredibilmente in casa contro il WBA, un gol di Rodriguez consegna di fatto il titolo ai ragazzi di Guardiola!

Trovare un solo protagonista in questa cavalcata trionfale è praticamente impossibile: De Bruyne, Aguero, Sterling, Sane, Silva si sono tutti resi protagonisti di una stagione da incorniciare. Kevin De Bruyne a tratti ha dimostrato di essere il centrocampista più forte del mondo, i quindici assist e le sette marcature certificano il fatto che il belga molto spesso sia stato la luce, che accendeva le giocate del City. Aguero si è confermato come sempre miglior marcatore con 21 reti, nonostante un paio di stop dovuti agli infortuni. Una crescita esponenziale è stata quella di Sterling e Sane, l’inglese sta vivendo la sua miglior stagione in carriera con 16 reti e 7 assist, una crescita non solo dal punto di vista dei numeri, ma anche delle prestazioni, divenute sempre migliori e , cosa fondamentale, costanti. Anche il tedesco classe ’96 ha dimostrato di valere pienamente i milioni spesi nella scorsa stagione per strapparlo allo Schalke, i suoi scatti ed i suoi dribbling hanno spesso risolto le partite del City. La firma di questo capolavoro è ovviamente di Pep Guardiola, bravo a tenere saldo il timone nei momenti di difficoltà della scorsa stagione, in cui ha costruito le basi per questo trionfo, il quinto nella storia del Manchester City. Una vittoria che probabilmente non resterà “isolata”, la rosa del City è molto giovane ed il progetto del Sergent Pep è proprio quello di costruire una squadra in grado di vincere per molti anni ed oggi è stata messa la prima pietra.

Andrea Pierantozzi

24 anni,laureato in Economia.Il mio credo calcistico si basa sulla trinità Totti,Henry,Ronaldinho.Faccio parte di quelli che " noi non supereremo mai questa fase."