I limiti e le contraddizioni dell’Arsenal di Emery

0
135

L’Arsenal in questa stagione sta vivendo alti e bassi, come dimostrano gli ultimi due risultati: una vittoria schiacciante contro il Chelsea per 2-0, risultato bugiardo per quanto fatto vedere dai Gunners che avrebbero potuto dilagare; ma l’altra faccia della squadra di Emery è quella del match contro il West Ham, la faccia di una squadra spenta, con poca intensità e con amnesie difensive preoccupanti. Tutto questo e molto altro nel solito appuntamento con il Gunners corner.

ULTIMA PARTITA: la squadra di Emery ha dato spettacolo nel derby di Londra contro il Chelsea; un 2-0 meritatissimo per l’Arsenal che ha schiacciato per 90 minuti la squadra di Sarri, incapace di giocare il solito calcio fatto del lungo possesso palla. Una nota positiva viene dalla difesa, e in particolare da Koscielny, autore di una buona prestazione e del gol del 2-0. Lacazette si è dimostrato un attaccante di grande livello, i 3 di centrocampo (XhakaTorreiraGuendouzi) hanno offerto un’ottima prestazione, soffocando il possesso palla dei Blues.

PROSSIMA PARTITA: la Premier League si ferma in questo weekend per lasciar spazio alla FA Cup, che vedrà un big match tra Arsenal Manchester UnitedGunners contro Red Devils in quella che è una delle sfide più importanti d’Oltremanica. Appuntamento assolutamente da non perdere stasera alle 20:55 (ora italiana).

INFORTUNATI E INDISPONIBILI: in settimana è arrivata la notizia del brutto infortunio di Bellerin, vittima della rottura del legamento crociato che lo costringerà a star fuori per tutta la stagione. Ancora fuori i lungodegenti Welbeck Holding, mentre mancano un paio di settimane al rientro di Mkhitaryan, che sta recuperando dalla frattura del metatarso.

MERCATO: il mercato dei Gunners non dovrebbe muoversi più di tanto in questa sessione invernale, come dichiarato dallo stesso tecnico, Unai Emery.

 

Gaetano Romano

20 anni, sono nato e vivo a Napoli. Studente di Lettere Moderne, divido la mia vita tra lo studio e la passione per la Premier e il giornalismo sportivo. Il Newcastle occupa completamente il mio cuore sperando di rivedere i Magpies degli anni d'oro.