Il silenzio assenso di Sarri e le parole di Guardiola

0
124
Dopo la vittoria dell’Europa League Maurizio Sarri non ha ancora fatto chiarezza sul suo futuro lasciando aperti molti scenari. L’opzione più probabile e le voci che si inseguono lo vorrebbero sulla panchina della Juventus la prossima stagione. In giorni il club londinese sembra in procinto di liberare il tecnico, anche se restano in sospeso delle questioni economiche, rimangono in sospeso circa 6 milioni di euro.
L’intervento di Roman Abramovich In questi giorni Marina Granovskaia e Fali Ramadani starebbero lavorando giorno e notte per affinare la trattativa e pare che domani sarà il giorno potrebbe essere il giorno in cui Roman Abramovich scioglierà definitivamente le riserve sul futuro del tecnico. Salvo colpi di scena, il futuro di Sarri sarà lontano dal Chelsea.
Chi invece ha parlato e in modo anche chiaro è il tecnico del Manchester City Pep Guardiola che ha parlato durante l’intervallo della partita di basket Baxi Manresa-Real Madrid. L’allenatore del City, sarebbe nel mirino della Juventus.
Pep ha toccato vari temi, parlando della possibile conferma di Ernesto Valverde al del Barcellona: “A me sembra un grande allenatore al di là della grande amicizia che ci unisce. Ha fatto un lavoro molto buono. Sicuramente ha perso la Champions, ma tutti la perdiamo. È una competizione che una sola squadra vince. Una squadra che vince due campionati di fila e gioca un buon calcio merita di essere confermato. Il Barcellona resta sempre fedele al suo stile”.
Poi Guardiola ha parlato anche di Klopp affermando “Abbiamo una sana rivalità, ma non solo con lui. Ci sono cinque squadre molto forti in Premier League, è una competizione molto dura. La prossima stagione partiremo da zero e vedremo cosa succederà”. Il virgolettato sembrerebbe lasciare poche interpretazioni al fatto che anche il prossimo anno Pep sarà l’allenatore del Manchester City, ma il mercato è imprevedibile.
Cordiali saluti, Antonio Marchese.