L’addio del figliol prodigo e la corsa alla Champions

0
228

Sono probabilmente due i pensieri che affollano in questo momento la mente dei tifosi dell’Arsenal e di Unai Emery: dopo quasi 10 anni il centrocampista gallese, Aaron Ramsey, lascerà i Gunners per accasarsi a parametro zero alla Juve; ma non si deve dimenticare l’obiettivo principale della stagione che è quello di qualificarsi per la Champions League. Vediamo nel dettaglio la situazione della compagine londinese in questo Gunners Corner.

ULTIMA PARTITA: vittoria convincente per 4-1 contro il Fulham di Ranieri nell’ultimo impegno per la squadra di Emery; una vittoria mai in dubbio e nettamente meritata, importante per riprendersi dalla batosta di Anfield. Da evidenziare le prestazioni molto positive di Lacazette Aubameyang, entrambi in gol e che nel complesso hanno fornito note positive al tecnico spagnolo.

PROSSIMA PARTITA: i Gunners saranno impegnati in FA Cup contro il Blackpool, squadra che milita attualmente in League One. Importante occasione per i tanti giovani interessanti della squadra londinese e soprattutto per puntare ad un trofeo che, insieme all’Europa League, sono gli unici possibili per l’Arsenal.

INFORTUNI: non saranno della partita i lungodegenti HoldingWelbeck e Mavropanos, oltre agli acciaccati Mkhitaryan, Bellerin Ozil.

MERCATO: il figliol prodigo, Aaron Ramsey, vestirà la maglia della Juventus: manca ormai solo l’ufficialità per il suo trasferimento a giugno. Dovrebbe comunque restare fino alla fine della stagione e dare il suo contributo alla squadra che lo ha lanciato definitivamente nel grande calcio. Il futuro di Ozil resta ancora incerto, anche se sia il club che il giocatore tedesco hanno rimandato qualsiasi discorso all’estate.

 

Gaetano Romano

20 anni, sono nato e vivo a Napoli. Studente di Lettere Moderne, divido la mia vita tra lo studio e la passione per la Premier e il giornalismo sportivo. Il Newcastle occupa completamente il mio cuore sperando di rivedere i Magpies degli anni d'oro.