Le tre cose che abbiamo imparato da Aston Villa-Everton 2-0

0
140

Villa Park si illumina nuovamente grazie ai tre punti ottenuti nella serata di oggi contro un Everton spento e demotivato. I primi minuti del match hanno mostrato un Everton molto più propositivo e alla costante ricerca del gol, la situazione però è cambiata radicalmente dopo il gol del vantaggio dei Villans che ha dato fiducia ai padroni di casa. Nella ripresa Marco Silva ha provato a inserire 3 attaccanti dalla panchina non riuscendo però a pareggiare il match.

I Padroni di casa vanno in vantaggio grazie al gol di Wesley che riceve un ottimo passaggio da Jota e da due passi insacca alle spalle di Pickford. L’Aston Villa trova il raddoppio allo scadere con un gol di El Ghazi che da due passi batte il portiere ospite.

ASTON VILLA- EVERTON 2-0 (Wesley 22′, El Ghazi 94′)

FORMAZIONI

ASTON VILLA (4-1-4-1)- Heaton; Guilbert; Engels; Mings; Taylor; Luiz; Trezeguet; McGinn; Grealish; Jota; Wesley

EVERTON (4-2-3-1) – Pickford; Digne; Mina; Keane; Coleman; Gomes; Schnederlin; Bernard; Sigurdsson; Richarlison; Calvert-Lewin

IL MIGLIORE – Jota, l’esterno spagnolo dell’Aston Villa è stato il migliore in campo. Ha dato un contributo importante alla prima vittoria stagionale dei Villans servendo l’assist per il gol di Wesley, mostrando anche un ottima intesa coi compagni di reparto.

IL PEGGIORE – Richarlison, serata no per l’attaccante brasiliano che durante gli ultimi anni ci ha abituato a partite migliori di quella di stasera. Pecca di egoismo preferendo quasi sempre il dribbling personale, quasi mai riuscito, rispetto all’aiuto dei compagni.

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO DA ASTON VILLA- EVERTON 2-0

  • Il gioco mostrato questa sera dai ragazzi di Smith può impensierire qualsiasi squadra. L’Aston Villa si è mostrata molto propositiva e anche capace di soffrire nei momenti in cui gli ospiti hanno cercato insistentemente il gol del pareggio. Sicuramente l’aspetto più positivo della serata claret and blue è stata l’ottima partita dei centrocampisti che si sono dimostrati all’altezza della situazione.
  • Nella partita di oggi l’Everton ha dimostrato poca concretezza nel reparto offensivo. I Toffees non sono riusciti a trovare il gol del pareggio neanche dopo aver inserito 3 attaccanti dalla panchina.
  • Tra le fila dei padroni di casa spiccano le ottime prestazioni di McGinn e Grealish, due ragazzi di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro.