Le tre cose che abbiamo imparato da Atalanta-Manchester City 1-1

0
141
Photo by Getty Images

Partita spettacolare in scena a San Siro in questo mercoledì di Champions, a sfidarsi sono l’Atalanta di Gianpiero Gasperini e il Manchester City di Pep Guardiola.La Dea  prova a rimanere a galla in questo girone, mentre il City vuole chiudere il discorso qualificazione.L’Atalanta prova a giocare da dietro, ma al 6’ Sterling fa subito 1-0, splendida azione dei Citizens che triangolano bene con Bernardo Silva, Gabriel Jesus e Sterling trovando il gol.

La squadra di Gasperini non riesce a giocare e viene sovrastata dal club di Manchester; al 42’ viene assegnato un calcio di rigore per fallo di mano di Ilicic.Il rigore di Gabriel Jesus finisce fuori di almeno un metro e la partita è completamente riaperta.

Photo by Getty Images

L’Atalanta entra con un piglio differente e al 48’ la pareggia con un colpo di testa di Pasalic su cross del Papu Gomez, il risultato è di 1-1 e adesso la partita assume toni notevoli.Al minuto 80’ Bravo, che era subentrato a Ederson nel secondo tempo, si fa espellere e lascia in 10 il City, esce Marhez ed entra Kyle Walker che va tra i pali per provare a difendere il risultato.La partita si chiude sul punteggio di 1-1, la squadra bergamasca ha provato a fare il gol del 2-1, ma il Manchester City si è difeso bene e non ha corso grandi rischi.

Il discorso qualificazione per il City è ormai archiviato, mentre per l’Atalanta si complica anche la corsa per l’Europa League.

ATALANTA: 3-4-3 Gollini, Palomino, Toloi, Djimsiti, Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne, Pasalic, Gomez, Ilicic

MANCHESTER CITY: 4-1-4-1 Ederson, Cancelo, Otamendi, Fernandinho, Mendy, Gundogan, Marhez, De Bruyne, Bernardo Silva, Sterling, Jesus

MARCATORI: Sterling 6′, Pasalic 48′

IL MIGLIORE: Ilicic, partita di sacrificio. Pur avendo causato il rigore è lui che prende la squadra sulle spalle.

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO DA ATALANTA-MANCHESTER CITY

  • Il Manchester City senza Stones e Laporte accusa qualche problemino in difesa
  • L’Atalanta ha carattere e dopo il gol subito nei primi minuti cerca di ridurre lo svantaggio reagendo immediatamente.
  • Anche in 10 il City non si è fatto prendere dal panico ed ha gestito il finale nel migliore dei modi.

Filippo Accardo

 

 

Filippo Accardo

Studente, appassionato di calcio, sport a cui dedico gran parte del mio tempo.
Passo le mie giornate tra una lezione di Filosofia e una versione di Greco, ma alla letteratura preferisco 22 persone che rincorrono un pallone.
Anche questa è poesia.