Le tre cose che abbiamo imparato da Liverpool – Chelsea 2-2 (5-4 ai calci di rigore)

0
134

Liverpool e Chelsea si sfidano questa sera per la conquista delle Supercoppa Uefa, in virtù dei successi in Champions League e in Europa League. I Reds sconfissero gli Spurs nella Finale di Madrid con un perentorio 2 a 0 mentre i Blues di Sarri asfaltarono i Gunners a Baku per 4 a 1. Il Liverpool ha iniziato la Premier rifilando 4 gol al Norwich, mentre il Chelsea di Frank Lampard ha preso una scoppola in casa dello United prendendo a sua volta 4 reti. Alla Vodafone Arena di Istanbul si sfidano il bel gioco del Liverpool con la certezza Klopp e la voglia di rivalsa del Chelsea con la scommessa Lampard.

La Vodafone Arena è uno stadio che si trova nel quartiere di Besiktas a Istanbul, di proprietà della squadra del Besiktas, di cui ospita le gare casalinghe a partire dalla stagione 2015|16 in seguito alla demolizione del vecchio stadio Inonù.

LIVERPOOL 4-3-3 Adrian, Gomez, Matip, van Dijk, Milner, Henderson, Fabinho, Chambelrain, Mane, Salah

CHELSEA 4-4-3 Kepa, Emerson, Zouma, Christensen, Azpilicueta, Kovacic, Jorginho, Kantè, Pedro, Plisic, Giroud

MARCATORI Giroud 35′, Sadio Mane 48′, Sadio Mane 95′ , Jorginho 101′

La partita inizia fortissimo con i Blues che si riversano in avanti, ben contenuti dai Reds. Pedro è il più intraprendente per i londinesi, Salah risponde al quarto d’ora con un tiro d’esterno dopo una lunga cavalcata,il portiere avversario fa buona guardia. Al minuto 20 ancora Pedro che ci prova con un tiro violento sul primo palo ma Adrian evita il peggio, due minuti dopo Giroud ci prova con una rovesciata spettacolare ma la palla finisce a lato, è il preludio al gol che arriva la 35′ con Pulisic che imbecca ancora la punta francese che a tu per tu col portiere l infila con un diagonale rasoterra, Chelsea avanti! Il Liverpool non demorde, il Chelsea cerca subito di chiuderla, partita stupenda. La prima frazione si chiude con Blues avanti per una rete a zero.

I ritmi sono altissimi anche nella ripresa che si apre con il pareggio del Liverpool, Firmino entrato dalla panchina, anticipa Kepa sfruttando un lancio dalle retrovie, Mane è il più lesto di tutti e tra una selva di gambe si presenta da solo e a porta sguarnita mette dentro, Chelsea Liverpool 1-1. Dopo il gol i Reds iniziano a spingere e sfiorano in più di un’occasione il vantaggio, prima con Salah poi con van Dijk che la 74′ mette a dura prova i riflessi di Kepa. Nel finale il Chelsea resiste e il match si trascina ai tempi supplementari. le due squadre continuano a giocarsela a viso aperto dando vita a un grande spettacolo, l’attore protagonista è sempre lui, Sadio Mane che al 95′ completa la rimonta e porta i Reds in vantaggio con un gran tiro facendo esplodere di gioia i suoi tifosi, palla che si infila sul palo lungo con Kepa che si inginocchia e vede la sfera finire in rete. al 100′ minuto però i Blues hanno una reazione d’orgoglio e conquistano un calcio di rigore grazie all’astuzia di Hudson Odoi, dal dischetto lo specialista Jorginho spiazza Adrian. Il secondo tempo supplementare non è certo privo di emozioni, Pedro prova a sorprendere tutti a 5′ dalla fine con un tiro a giro, palla fuori di un soffio, la difesa Reds regge bene gli ultimi istanti di una partita che ha visto di fronte due grandissime squadre. le de squadre rimangono sul 2-2 e tutto si decide alla lotteria dei rigori.

Dal dischetto parte il Liverpool: trasforma forma Firmino, segna Jorginho, realizza Fabinho, mette dentro anche Barkley, segna Origi con un brivido con Kepa che aveva intuito, Mount per il Chelsea trasforma, segna anche Arnold, Emerson rischia col tiro centrale ma segna, Salah con freddezza glaciale trasforma, tocca a Hudson Odoi che calcia con paura e tira centrale, Adrian para con i piedi e il Liverpool vince la Supercoppa. La corsa di Klopp verso il suo portiere la dice lunga quanto il tecnico tedesco abbia ancora fame di vittorie. Dopo la delusione contro il City i Reds si rifanno contro il Chelsea che torna a Londra a testa altissima. IL LIVERPOOL VINCE 5-4 AI RIGORI DOPO IL 2-2 DEI TEMPI REGOLAMENTARI. Da Istanbul è tutto, alla prossima partita.

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO DA LIVERPOOL – CHELSEA

  • Giroud è ancora un giocatore fondamentale per il Chelsea, che negli ultimi tempi ha visto passare molti attaccanti all’ombra di Stamford Bridge, come Higuain e Alvaro Morata. L’attaccante francese risponde sempre presente all’appuntamento con il pallone. certezza.
  • Sadio Mane strepitoso interprete che riesce a calarsi nella parte quando c’è bisogno di lui, qualità e quantità al servizio della squadra, Top Player.
  • Dopo la Champions League ennesimo trofeo per Klopp e la sua banda, la corsa di jurgen dopo il rigore sbagliato dal Chelsea è un segnale forte che i Reds e il suo condottiero hanno ancora fame di vittorie.