L’importanza di chiamarsi Jack.

0
133

Il sogno di ogni bambino è di diventare calciatore e di giocare nella propria squadra del cuore spinto da migliaia di tifosi che lo supportano e urlano il suo nome. Per molti bambini questo sogno è rimasto tale, ma, nel lontano 1995, nascerà un bambino che riuscirà a portare a compimento quel sogno: il suo nome è Jack Grealish.

Jack nasce a Solihull, il 10 Settembre del 1995, da una famiglia appartenente alla classe media inglese. Come tutti i bambini frequenta la scuola e coltiva la sua passione più grande: il calcio. Fin da subito il ragazzo dimostra di avere un talento nettamente superiore ai suoi coetanei tanto da attirare su di sé l’interesse della sua squadra del cuore: l’Aston Villa. Dopo la trafila delle giovanili, Grealish viene mandato in prestito per una stagione nel 20132014 al Notts County, club con il quale collezionerà 37 partite condite da 5 gol. Grazie alle sue ottime prestazioni nella terza serie inglese, l’Aston Villa decide di puntare su di lui durante la stagione successiva nella quale entrerà in campo con la maglia dei Villans 17 volte. La crescita di questo ragazzo sembra fermarsi nel 2016, anno che i tifosi dell’Aston Villa ricordano con grande dispiacere, a causa della retrocessione in Championship al termine di una stagione a dir poco disastrosa in cui la poca chiarezza societaria ha avuto dei risvolti negativi anche all’interno dello spogliatoio. Dopo un annata così negativa, tutti i giocatori finiscono nel mirino della stampa, Jack compreso. Il ragazzo di Solihull viene ampiamente criticato dopo che i media inglesi diffondono una foto di lui ubriaco durante una vacanza a Tenerife.

Grealish però è riuscito a uscire molto bene da questa situazione complicata visto che gli ultimi 3 anni in Championship ci hanno mostrato un ragazzo maturo con una  enorme,e dedizione nei confronti della maglia claret and blue di cui è orgogliosamente capitano. Le ottime prestazioni hanno portato molti club, anche di caratura mondiale, a voler puntare su di lui durante le varie sessioni di calciomercato, ma la risposta è sempre stata negativa: il suo unico obiettivo è sempre stato quello di riportare la squadra del suo cuore nel massimo campionato inglese. Obiettivo raggiunto nel 2019 al termine di una stagione memorabile per i Villans terminata con la vittoria nella finale playoff a Wembley contro il Derby County.

Commenta le news di Premier League insieme a tutti i tifosi su Telegram all’indirizzo https://t.me/passionepremier_group