Liverpool, si guarda agli Spurs con fiducia

Il Liverpool affronta una partita fondamentale contro gli Spurs domenica. Molti infortuni da una parte e dall'altra, non è permesso nessun tipo di errore

0
202

Un Liverpool rinfrancato sotto più punti di vista approccia il weekend della 32esima giornata di Premier League. La partita contro il Tottenham di Pochettino è fondamentale sia per la caratura dell’avversario che, neanche a dirlo, per le sorti di una classifica che mostra un testa a testa avvincente sin dall’inizio del campionato. A far da padrone la voglia di questa squadra di riportare quel titolo di campioni d’Inghilterra che ad Anfield manca dal lontano 1990.

L’ultima partita contro il Fulham ha mostrato alcuni segni di riflessione, forse dettati dalla stanchezza dopo una trasferta impegnativa come quella di Monaco in Champions League. L’errore di Van Dijk ha poi mostrato delle crepe anche nel rendimento di un vero colosso, ma il centrale olandese ha presto liquidato la questione nel post-partita come un qualcosa che può accadere: «l’importante sono i tre punti. Li prendiamo e andiamo avanti». Sugli scudi James Milner, che nonostante il grave errore che aveva portato al pareggio di Babel si è riscattato con un perfetto rigore a meno di dieci minuti dalla fine. Il vice capitano si trova in un ottimo momento di forma, come testimoniato dalla già ottima partita dell’Allianz Arena.

La partita che verrà invece non ha bisogno di presentazioni. Le due squadre arrivano in momenti della stagione spartiacque. Se i Reds hanno ottenuto una sola sconfitta in campionato e nei prossimi venti giorni affronteranno Tottenham, Chelsea e i quarti di Champions con il Porto, gli Spurs sono in una situazione più difficile. Da un lato il sorteggio non esattamente benevolo in Champions visto che dall’urna è stato estratto il Manchester City, dall’altro il pessimo ruolino di marcia nell’ultimo mese in Premier, con solo un punto in quattro partite. Come se non bastasse, la lotta per il quarto posto è più che aperta con quattro squadre in quattro punti.

Neanche la situazione infortuni sorride agli ospiti. Dier infatti ha rimediato un infortunio in nazionale mentre Winks ha un problema all’anca, sebbene di lieve entità. Anche Aurier dovrebbe mancare all’appello; risultava in ogni caso improbabile l’impiego dell’ivoriano data la preferenza di Pochettino per Trippier. Proprio il terzino inglese ha invece recuperato da una contrattura.

Il Liverpool ha salutato con molta positività il rientro di Joe Gomez in gruppo. Il 21enne manca da inizio dicembre, e una ricaduta sull’infortunio alla gamba di inizio febbraio aveva gettato nello sconforto l’ambiente. Sarà da vedere quando rientrerà anche fra i convocati, visto il periodo impegnativo che attende i rossi.

https://www.instagram.com/p/BvhCq0TFKhd/

Lui come Oxlade-Chamberlain, ormai in gruppo dopo 11 mesi di calvario. L’unica preoccupazione è dovuta ad un leggero fastidio al bicipite femorale, ma il manager ha sensazioni positive.

Desta invece maggiore preoccupazione la schiena di Alexander-Arnold, che la scorsa settimana lo ha costretto ad abbandonare il ritiro della nazionale inglese: «è un infortunio fastidioso perché non siamo al 100% sicuri. Dobbiamo valutare» ha detto Jurgen KloppXherdan Shaqiri appare invece recuperato dopo un infortunio all’inguine che lo ha tenuto lontano dalla propria nazionale.

Pronti alla sfida di Anfield contro il Tottenham? Appuntamento per domenica alle 17.30 con recap post-partita sempre qui su passionepremier.com!

Daniele Calamia

Daniele, 22 anni. Palermitano, studente di Economia.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".