MANCHESTER CITY-EVERTON 3-1, pagelle e tabellino: Gabriel Jesus riporta Guardiola in vetta

0
353

Il Manchester City torna in vetta in attesa della super sfida tra Manchester United e Liverpool. Gli uomini di Guardiola, trascinati da Gabriel Jesus, superano per 3-1 l’Everton e si riportano al primo posto solitario.

FORMAZIONI E TABELLINO: MANCHESTER CITY-EVERTON 3-1

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson 6; Walker 6.5, Otamendi 6, Laporte 6, Delph 6.5; B. Silva 6.5, Fernandinho 5.5, Gundogan 6; Mahrez 6.5 (dal 75′ De Bruyne sv), Sane 6.5 (dal 67′ Sterling 6.5), Gabriel Jesus 7.5. All. Guardiola 6.5.

EVERTON (5-4-1): Pickford 6.5; Coleman 5.5 (dal 57′ Walcott 6), Zouma 6.5, Keane 5, Mina 4.5, Digne 5.5; Richarlison 5.5, Sigurdsson 6 (dal 81′ Davies sv), Gomes 6, Bernard 5.5 (dal 67′ Lookman 6); Calvert-Lewin 6.5. All. Silva 5.5.

MARCATORI: 22′ e 50′ Gabriel Jesus (M), 65′ Calvert-Lewin (E), 69′ Sterling (M).

AMMONITI: 19′ Digne (E), 76′ Delph (M), 76′ Calvert-Lewin (E).

ESPULSI: –

ARBITRO: Pawson 6 – Gestisce bene una gara semplice.

LA CRONACA: Comincia non nel migliore dei modi la prova del Manchester City. E’ Calvert-Lewin subito a rendersi pericoloso e, al 15′, è Richarlison a sprecare una ghiotta opportunità su cross dalla sinistra. Al 22′ però Gabriel Jesus, fin lì apparso molto pimpante, sfrutta un errore difensivo dei ‘Toffees’ e brucia Pickford. Lo stesso portiere è bravo poi a salvare su Mahrez a pochi minuti dal termine.

Nella ripresa il City firma subito il raddoppio con Sane che pesca in area Gabriel Jesus tra i due centrali. Il colpo di testa è imparabile per Pickford. Da lì i ‘Citizens’ tirano il freno a mano. Calvert-Lewin sembra riaprire il match al 65′, ma Sterling, appena entrato, lo richiude quattro minuti più tardi. Nel finale prima Walcott e poi Calvert-Lewin provano ad accorciare le distanze, ma il risultato non cambia più.

TOP E FLOP: 

I MIGLIORI: Gabriel Jesus decisivo. Il brasiliano firma il successo grazie ad una doppietta da vero rapace d’area di rigore. Sin dall’inizio mostra voglia e intensità: un segnale importante per Guardiola e per la squadra. Nell’Everton bene Pickford, sempre presente quando chiamato in causa e Zouma, l’unico a salvarsi nella retroguardia dei ‘Toffees’.

I PEGGIORI: Pessima la prova di Mina, protagonista in negativo nei due gol di Jesus. Sul primo sbaglia sia il lancio che il fuorigioco. Nel secondo si perde il brasiliano insieme a Keane. Nel City sottotono la prova di Fernandinho, un po’ troppo impreciso nella gestione dei palloni.