PAGELLE AUGSBURG-LIVERPOOL 0-0 – Benissimo i portieri, male Sturridge

0
256
pagelle

Ecco le pagelle con tutti i voti ai protagonisti di AugsburgLiverpool 0-0, match valso per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League.pagelle augsburg liverpool 0 0

PAGELLE AUGSBURG-LIVERPOOL 0-0: i teutonici

AUGSBURG (4-1-4-1) – Hitz 7, Verhaegh 6, Janker 5.5, Klavan 6, Stafylidis 6.5, Feulner 6, Kohr 5.5, Altintop 6.5 (dall’ 87′ Koo s.v.), Esswein 6.5, Werner 5.5 (dall’ 81′ Ji 6.5), Bobadilla s.v. (dal 23′ Caiuby 5). All. Weinzierl 7.

AUGSBURG – 7. Ok, non saranno il massimo, ma riescono ad avere in pugno per un’oretta e passa di gioco gli avversari. Pareggio che serve come il pane per la gara di ritorno, che si disputerà in un Anfield infuocato.

IL MIGLIORE – Hitz, 7. Para tutto quello che gli capita attorno, decisivo per la sua squadra. Si immola su Firmino ad inizio primo tempo. Alla fine dei 90′ è riuscito a tenere la porta inviolata, che è la cosa più importante per la sua squadra se l’Augsburg vuole seriamente passare il turno. Efficace.

IL PEGGIORE – Caiuby, 5. Non entra mai in partita veramente, anche se lui manco doveva giocare 70′. Entra per sostituire l’infortunato Bobadilla, ne esce con le ossa più rotte di quest’ultimo. Rimandato.

VOTI AUGSBURG-LIVERPOOL 0-0: i Reds

LIVERPOOL (4-3-3) – Mignolet 7, Clyne 6, Toure 6, Sakho 5.5, Moreno 5.5, Henderson 6, Can 6, Milner 6.5 (dall’ 81′ Ibe s.v.), Coutinho 5.5, Firmino 5.5, Sturridge 5 (dal 68′ Origi 6). All. Klopp 6.5.

LIVERPOOL – 5. Troppo spreconi sotto porta, troppo poco incisivi in campo, troppo poco gioco. E’ questo il Liverpool di oggi, semplicemente troppo poco. E’ troppo poco autonomo, dipende solo dagli alti e dai bassi che stanno caratterizzando le ultime due stagioni dei Reds. Nemmeno Klopp può fare molto. Così facendo tocca giocarsi due partite fondamentali per la stagione, ritorno di Europa League e finale di Capital One Cup in meno di una settimana. Non proprio il massimo.

IL MIGLIORE – Mignolet, 7. Altalenante, come la sua squadra, ma oggi clamorosamente il migliore. Tiene in piedi la baracca più volte, poi il guizzo su Esswein è da cineteca. Saracinesca.

IL PEGGIORE – Sturridge, 5. Di gol se ne mangia non uno, ma ben due. Troppo poco decisivo rispetto al suo solito, partita nettamente sotto tono. Rivedibile.