PAGELLE WOLVERHAMPTON-MANCHESTER CITY 1-1: ecco i voti dei protagonisti

0
872
pagelle

Ecco le pagelle del pareggio per 1-1 tra Wolverhampton Manchester City: la squadra di Espirito Santo ha fatto una buona partita dal punto di vista difensivo, ma il Manchester City è apparso chiaramente stanco e poco lucido nella fase di realizzazione.

PAGELLE WOLVERHAMPTON-MANCHESTER CITY 1-1: i Wolves

WOLVERHAMPTON (3-4-3) – Rui Patricio 7, Boly 6.5, Coady 6.5, Bennett 6, Jonny 6.5 (Vinagre s.v. 85′), Neves 6.5, Moutinho 6.5, Doherty 6, Jota 6, Jimenez 5.5, Costa 6.5 (Traore 6.5 72′)

LA SQUADRA – 7, grande partita dal punto di vista tattico per la squadra di Espirito Santo, che ha imbrigliato bene la manovra e l’estro offensivo dei campioni della Premier. Per larga parte della partita i Wolves hanno provato a imporre il loro gioco, per poi rincasare con tutti gli effettivi nella propria metà campo.

IL MIGLIORE – RUI PATRICIO, due grandissimi interventi per il portiere portoghese, uno sul grande tiro di Sterling e un altro sul colpo di testa ravvicinato di Gabriel Jesus.

IL PEGGIORE – JIMENEZ 5.5, l’attaccante è poco servito dai suoi compagni e fa soprattutto lavoro sporco per la squadra, proteggendo palla e facendo salire i propri compagni.

 

PAGELLE WOLVERHAMPTON-MANCHESTER CITY 1-1: i voti dei Citizens

MANCHESTER CITY (4-2-3-1) – Ederson 6.5, Walker 5.5, Kompany 5, Laporte 6.5, Mendy 7, Fernandinho 6, Gundogan 6.5 (Sane 5 77′), David Silva 5.5, Sterling 6 (Mahrez s.v. 85′), Bernardo Silva 6 (Gabriel Jesus 5.5 62′), Aguero 6.5

LA SQUADRA – 5.5, i Citizens appaiono molto stanchi fisicamente e poco brillanti nel concludere le azioni. Imbrigliata bene dall’organizzazione dei Wolves, la manovra della squadra di Guardiola è in alcuni casi lenta e troppo in orizzontale.

IL MIGLIORE – MENDY 7, instancabile e sempre preciso il terzino francese, i cui cross impensieriscono sempre la difesa dei Wolves. 

IL PEGGIORE – KOMPANY 5, in grandissima difficoltà il capitano del Manchester City, con cui oggi ha collezionato la 250a presenza. Perde alcuni palloni pericolosi ed è spesso superato dai velocisti avversari.

 

Gaetano Romano

20 anni, sono nato e vivo a Napoli. Studente di Lettere Moderne, divido la mia vita tra lo studio e la passione per la Premier e il giornalismo sportivo. Il Newcastle occupa completamente il mio cuore sperando di rivedere i Magpies degli anni d'oro.