Pronti per il rinnovo di una rivalità eterna?

Il Liverpool andrà a caccia della vittoria in casa degli acerrimi rivali del Manchester United. Si cercano risposte anti-City, non ci sono nuovi infortuni

0
207

Il Liverpool si appresta a concludere una settimana molto importante, che lo vede impegnato in due partite potenzialmente decisive. Martedì sera ad Anfield è infatti arrivato il Bayern Monaco, forte di una maggiore esperienza europea negli ultimi anni ma con qualche dubbio legato al rendimento. L’occasione è stata ghiotta, ma nonostante le potenziali occasioni per i Reds anche i tedeschi sono andati vicini al gol. Strano a dirsi alla vigilia, la partita si è conclusa per 0-0. Le due squadre hanno rinviato il discorso al ritorno nel mese di marzo all’Allianz Arena, partita da dentro o fuori, una finale!

https://www.facebook.com/LiverpoolFC/photos/a.100998577572/10157661674067573/?type=3&theater

 

La testa tornerà dunque al campionato per qualche giorno, almeno per questo fine settimana. Si giocherà infatti la partita probabilmente più importante dell’anno, si rinnoverà una rivalità antica, di quelle che segnano un paese intero. Sarà la volta di Manchester United v Liverpool. Strano i contesti in cui certe partite vengono giocate: lo United ha subito una brutta sconfitta in Champions ma si è ampiamente rifatto in FA Cup, eliminando a domicilio il Chelsea e imponendosi come la squadra più in forma da due mesi a questa parte. Nella partita di lunedì sera hanno giocato benissimo soprattutto Herrera, Pogba (autori dei due gol) e Marcus Rashford. Proprio il talento classe ’97 sarà da tenere d’occhio, già l’anno scorso trafisse ad Old Trafford i rivali con una doppietta a cui i Reds non seppero rispondere.

Fu anche una partita in cui si videro tutti i limiti di Trent Alexander-Arnold, il giovanissimo terzino del Liverpool che dopo quella partita, del marzo 2018, cambiò passo. Decisivo sia in Champions che in campionato, protagonista di ottime prestazioni anche quest’anno. Non a caso la sua mancanza per qualche partita a causa di un fastidio al ginocchio si è fatta più che sentire.

Reds dovranno cercare dentro di sé le energie necessarie per affrontare la partita di domenica e questo finale di stagione. Le motivazioni non bisogna trovarle, vengono da sole considerando cosa c’è in palio. La squadra però è sembrata in calo nelle ultime settimane. Come conseguenza, i due pareggi contro Leicester e West Ham hanno fatto rientrare in classifica il Manchester City. Qualora ad Old Trafford si incappasse nella seconda sconfitta della stagione in campionato i Citizens sarebbero a pari punti e a parità di partite. Non certo quello che Klopp avrebbe desiderato non più tardi della fine di dicembre, quando i punti di vantaggio erano sette. Il manager tedesco tra l’altro dovrà fare a meno di alcuni giocatori, i soliti noti a dir la verità. Gomez, Lovren, Oxlade-Chamberlain e Brewster saranno tutti fuori per recuperare dai loro infortuni [LEGGI QUI L’ESTRATTO DALLA CONFERENZA STAMPA].

Gli altri ci saranno tutti, per tentare l’assalto ad una fortezza che tante sconfitte ha portato per i rossi. Non sono nemmeno mancate le grandi vittorie: 1-4 nel 2009, 0-3 nel 2014, il pareggio nel 2016 per eliminare i rivali in Europa LeagueLo spazio per fare una grande prestazione c’è, bisogna solo prenderselo. Appuntamento a domenica allora, per un altro grande spettacolo di football.

Noi saremo sempre qui, su passionepremier.com/redscorner.

Daniele Calamia

Daniele, 22 anni. Palermitano, studente di Economia.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".