THE ENGLISH OF EURO 2016 – Ecco i voti dei calciatori “inglesi” di Spagna, Italia, Inghilterra e Islanda

Ecco come sono andati in queste due partite dell’Europeo 2016 i giocatori spagnoli, italiani, inglesi (veri e propri) ed islandesi che frequentano la Premier League e la Championship

Gli “inglesi” della SPAGNA

David DE GEA (Manchester United): 6,5 – Fa due-tre buone parate ma per il resto delude.

Cesar AZPILICUETA (Chelsea): //

Hector BELLERIN (Arsenal): //

Cesc FABREGAS (Chelsea): 7- : È l’unico che a centrocampo dà un po’ di sostanza, manovra spagnola veramente sterile e lui è l’unico giocatore che si salva lì in mezzo al campo.

David SILVA (Manchester City): 6- : Non una delle sue migliori partite e a volte anche un po’ “furbo”: il “calcetto” che rifila a Chiellini a fine match se lo poteva ben risparmiare.

Gli “inglesi” dell’ITALIA

Matteo DARMIAN (Manchester United): 7 – Entra a pochi minuti dal termine (84°) ed è lui che offre l’assist a Pellè per il 2-0 definitivo.

Angelo OGBONNA (West Ham): //

Emanuele GIACCHERINI (Sunderland): 7 – Anche il giovane in prestito al Bologna gioca una partita pressoché perfetta: unica pecca qualche aggancio mancato soprattutto durante il secondo tempo.

Graziano PELLÈ (Southampton): 7,5 – Non solo il gol ma anche tanto sacrificio e sostanza lì davanti: è il vero centravanti che all’Italia mancava da un bel po’ di tempo.

 

Per quanto riguarda i voti dei calciatori dei Three Lions potete consultare la pagina dedicata cliccando qui

Gli “inglesi” dell’ISLANDA

Gylfi SIGURDSSON (Swansea): 6,5 – Come tutti i titolari scesi in campo contro l’Inghilterra, ha dato tutto se stesso per passare ai quarti e ci è riuscito.

Aron GUNNARSSON (Cardiff): 6,5 – Ottima la sua gara, al di là del voto, è un’ottima presenza in mezzo al campo.

Jóhann Berg GUDMUNDSSON (Charlton): 7- : Uno dei migliori dei suoi dopo R.Sigurdsson, ottimo nei disimpegni e veloce nello gestire la sfera.

 

Giovanni Maria Zinno
Follow Me On

Giovanni Maria Zinno

Il calcio inglese, la mia passione da quella finale di FA Cup: Wigan vs Man City. Il resto è storia.
18 anni e aspiro a diventare un giornalista professionista.
Giovanni Maria Zinno
Follow Me On