TOTTENHAM-MANCHESTER CITY 1-3: cronaca e tabellino del match

0
221
tabellino

La cronaca ed il tabellino  del match tra Tottenham e Manchester City.

tabellino

PRIMO TEMPO: Spettacolo pure a Wembley dove Tottenham e Manchester City si affrontano senza esclusioni di colpi. L’inerzia iniziale è tutta per gli uomini di Guardiola, che in apertura colpiscono un palo con Sane, l’occasione è solo il preludio al gol. La difesa degli Spurs si lascia infilare troppo facilmente da un filtrante, che libera Jesus, il brasiliano è freddo e porta in vantaggio i suoi. Passano soltanto tre minuti e Sterling si lancia verso la porta, Lloris prova un’uscita disperata, ma lo abbatte. L’intervento del portiere sarebbe fuori area, ma l’arbitro sbaglia ed assegna il penalty, che Gundogan realizza senza problemi. Gli Spurs si svegliano ed alzano decisamente il baricentro, riuscendo a trovare il gol che riapre il match a pochi minuti dall’intervallo con Eriksen, arrivato al quarto gol consecutivo. Squadre che vanno al riposo sul punteggio di 1-2.

SECONDO TEMPO: Vince il Manchester City, che nel secondo tempo chiude definitivamente i conti con Sterling, che fissa il punteggio sul definitivo 1-3. Il Tottenham entra in campo motivato, ma si sgonfia dopo poco e così i Citizens riprendono in mano le redini del match e la chiudono. La vittoria del titolo è sempre più vicina ora, se il Manchester United domani dovesse perdere contro il WBA, la squadra di Guardiola sarà Campione. Per il Tottenham prestazione sottotono, la testa forse è già alla semifinale di FA Cup.

FORMAZIONI UFFICIALI

Tottenham: Lloris, Trippier, Sanchez, Vertonghen, Davies, Dier, Dembele(73’Moura), Lamela(64’Son), Eriksen, Dele(83’Sissoko), Kane

Manchester City: Ederson, Walker, Kompany, Laporte, Delph, Gundogan, Silva, De Bruyne, Sane(64’Otamendi), Sterling, Jesus

TABELLINO LIVE TOTTENHAM-MANCHESTER CITY 1-3

AMMONITI: 23’Lloris(T), 27’Davies(T), 42’De Bruyne(T) 46’Jesus(M),66’Kompany(M), 70’Dembele(T),77’Delph(M)

ESPULSI:

MARCATORI: 21’Jesus (M), 27′ Gundogan(M), 42’Eriksen(T),71’Sterling(M)

Andrea Pierantozzi

27 anni,laureato in Economia e laureando in Management dello Sport e delle Attività motorie. Credo in poche cose, Totti, Henry e Ronaldinho sono tra queste. Faccio parte di quelli che "Noi non supereremo mai questa fase"