Tre cose che abbiamo imparato da Newcastle-Manchester United 1-0: la decide l’esordiente

0
245

Grande pomeriggio al St. James’ Park di Newcastle, un pomeriggio da favola per Matt Longstaff: inserito in maniera sorprendente negli 11 titolari da Bruce, il centrocampista inglese decide la partita contro il Manchester United; prima partita in Premier per il più piccolo dei Longstaff, tifoso dei bianconeri sin da bambino e un Geordie boy puro. Finisce 1-0 un match molto equilibrato, a tratti brutto, un match che vede la prima vittoria dei Magpies tra le mura amiche in questa stagione. Crisi sempre più profonda per la squadra di Solskjaer, che ora rischia davvero l’esonero.

 

 

NEWCASTLE-MANCHESTER UNITED 1-0 (Longstaff M. 72′) 

 

FORMAZIONI

NEWCASTLE (3-4-3) – Dubravka, Schar, Lascelles, Clark, Yedlin, Longstaff M., Longstaff S., Willems, Almiron, Joelinton, Saint-Maximin

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1) – De Gea, Young, Maguire, Tuanzebe, Dalot, McTominay, Fred, James, Mata, Pereira, Rashford

 

IL MIGLIORE – LONGSTAFF M., alla prima in Premier il più piccolo tra i Longstaff la decide con un grandissimo tiro dalla distanza. Nel complesso una partita di grande quantità, da veterano quasi come se avesse giocato tante partite in precedenza; un pomeriggio da favola per il Geordie Boy.

IL PEGGIORE – RASHFORD, il talento dei Red Devils è un fantasma oggi in campo: mai una giocata di qualità, imbottigliato tra i difensori bianconeri.

 

TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO 

  • Continua la crisi dello United che non ha una vera e propria identità di gioco. Solskjaer deve affrettarsi a dare un gioco a questa squadra, prima che le cose peggiorino ulteriormente.
  • Il modulo 5-4-1 in fase di possesso del Newcastle dà una grande solidità alla squadra: il cambio modulo nella partita contro il Leicester non ha dato i suoi frutti, perciò Bruce oggi è tornato al solito modulo. MOSSA VINCENTE. 
  • Nascita di una stella a Newcastle: Matt Longstaff era alla prima da titolare e, data la prestazione di oggi, sicuramente non sarà l’ultima.

 

Gaetano Romano

20 anni, sono nato e vivo a Napoli. Studente di Lettere Moderne, divido la mia vita tra lo studio e la passione per la Premier e il giornalismo sportivo. Il Newcastle occupa completamente il mio cuore sperando di rivedere i Magpies degli anni d'oro.