Un grande Liverpool torna da Monaco di Baviera

Il Liverpool ha conquistato la qualificazione ai quarti con una grande prestazione a Monaco contro il Bayern. Adesso occhi sul Fulham prima della pausa

0
247

Quello a cui abbiamo assistito mercoledì sera non è una dichiarazione d’intenti. O quantomeno non è quello che auspicano i tifosi del Liverpool. Piuttosto la dichiarazione d’intenti, come è lecito aspettarsi a questo punto della stagione.

Reds ieri sera hanno giocato una partita da campioni consumati; da Real Madrid degli ultimi anni. Cinici, spietati, in controllo per tutto il secondo tempo e per buona parte del primo. Ci sono state delle disattenzioni è vero, soprattutto sugli esterni dove Alexander-Arnold Robertson hanno faticato in alcuni momenti del primo tempo. Proprio il terzino scozzese ieri sembrava non completamente dentro la partita: due volte in particolare si è fatto prendere alle spalle da Gnabry e in una di queste l’azione è terminata con l’autogol di Matip. Anche l’ammonizione che lo terrà fuori nell’andata dei quarti non ci voleva. Si può concedere una partita leggermente incolore ad un giocatore con un rendimento medio come il suo? Certamente sì!

L’attacco è stato scintillante, con un Sadio Mane in versione extra-lusso. Come giustamente sottolineato in questo articolo dal blog di fede rossa This Is Anfield questo è il Mane che mancò maledettamente ai Reds due anni fa quando fu convocato per la Coppa D’Africa a stagione in corso. Anche Salah ha giocato da vero top player, sfiorando il gol un paio di volte e regalando al suo numero 10 un cioccolatino di esterno da spingere in rete. E poi Van Dijk… che dire di lui? La sua prestazione e il suo rendimento a Liverpool potrebbero essere sintetizzati nella seguente frase: “trovate qualcuno che vi guardi come Carragher guarda il Grande Virg!”.

Adesso ci si concentrerà sulla trasferta di Londra contro il Fulham di domenica pomeriggio. Come ha ricordato Klopp prima della partita di ieri sera i Reds devono pensare una partita alla volta, ricordandosi – aggiungiamo noi – che in ogni caso venerdì a pranzo sapranno già la loro avversaria per i quarti. Bisognerà tenere conto del fatto che, dopo dieci anni, quattro inglesi hanno raggiunto i quarti. La probabilità di uno scontro intra-nazionale è altissima.

https://www.instagram.com/p/Bu_G5DqgklO/

Anche gli infortunati devono drizzare le antenne e farsi trovare pronti, visto che il brutto periodo è per tutti alle spalle. Oxlade-Chamberlain ha già esordito con la squadra u23 giocando un tempo la scorsa settimana della partita contro il Derby County, Lovren ha ritrovato un posto nei convocati dopo più di due mesi. Anche Gomez fa ottimi progressi nel suo recupero. Sarà però difficile scalzare questo Joel Matip, indubbiamente nella sua versione migliore da quando è nel Merseyside. Il camerunese ha giocato ieri titolare per la decima volta consecutiva e, con l’esclusione dell’autogol, ha ben figurato accanto a Van Dijk. A questo punto la partita contro i Cottagers sarà l’ultima prima della pausa nazionali, a cui sulle rive del Mersey si spera di arrivare al massimo della forma.

Tutto questo prima di riprendere ulteriormente la marcia in Premier contro un avversario ostico: il Tottenham. Rimanete con noi per conoscere tutte le news di casa Liverpool, qui su passionepremier.com/blog/reds-corner!

Daniele Calamia

Daniele, 22 anni. Palermitano, studente di Economia.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".