Deadline Day: -2! United, sogno Eriksen. Koscielny saluta l’Arsenal

0
238

di Simone Dell’Uomo

Non solo Wayne Rooney protagonista del mercato britannico. Poco più di 48 ore alla chiusura, 2 giorni al Deadline Day: il calciomercato oltremanica chiuderà come noto giovedì alle 17.

Dopo aver chiuso Maguire e costruito la difesa del futuro con l’arrivo di Van Bissaka, il Man United punta un playmaker prestigioso per sostituire Ander Herrera. Nelle ultime ore trapela forte da Old Trafford una voce che porta a Christian Eriksen, operazione difficile, ma non impossibile. Il Man United avrà due giorni di tempo per chiudere col Tottenham e mettere a segno quello che sarebbe uno dei colpi dell’estate: il ragazzo ha espresso desiderio di cambiamento, gradirebbe la destinazione, anche se sognava Madrid o Barcelona. Non è semplicissimo, anche perchè gli Spurs dovrebbero prima chiudere per un suo sostituto, in tutto in 48 ore: più Fernandes di Lo Celso, per questioni economiche. Solo contatti impliciti, ancora nessuna offerta ufficiale del Man United al Tottenham: la richiesta è 70, la proposta si aggirerà sui 50, accordo plausibile a 60. Cifre più basse di quelle che narra il mercato oggi, ma parliamo pur sempre di un calciatore a scadenza giugno 2020.

MOVIMENTI EVERTON Attivissimo come sempre anche l’Everton, che dopo aver chiuso il colpo Kean e mollato momentaneamente il sogno Zaha per le eccessive pretese del Palace, punta tutto sul centrocampo perchè c’è un Gueye da sostituire: a Marco Silva serve un mastino, ma fin qui l’offensiva per Doucure del Watford non è andata a buon fine. Rifiutati addirittura 32.5 milioni di sterline. Sempre più vicino invece l’arrivo di Sidibè, fluidificante destro in entrata dal Monaco: sarà l’alternativa e la concorrenza di Seamus Coleman, arriverà in prestito con riscatto a 15. Si discute tra diritto e obbligo.

TENSIONE LEICESTER  Chi vive ore di assoluta tensione è il Leicester di Brendan Rodgers: le volpi sapevano perfettamente che vendere Maguire a quelle cifre avrebbe scaturito un effetto a catena, chiunque avrebbe fatto la voce grossa e chiesto assegni importanti per il sostituto. E così è stato: le volpi sono andate a bussare al Bournemouth per Nathan Akè, la risposta è stata 75 milioni, follia pura. Così hanno virato su Tarkowski del Burnley: 40 milioni, non uno in meno. Anche qui richieste altissime: il Leicester valuta, scruta, studia.

TEMPO DI SALUTI Attivissime in uscita altre due big, Liverpool e Arsenal. I Gunners risolvono finalmente la grana Koscielny: andrà via, saluterà tutti, andrà al Bordeaux. Ha accettato la destinazione, anche se la sua meta preferita sarebbe stata Rennes. Raggiunto l’accordo col club: 5 milioni all’Arsenal, due anni più opzione al calciatore. Ancora nessuna novità in entrata sul fronte Tierney.

QUI ANFIELD Dopo aver preso Adrian, anche il Liverpool saluta il suo secondo portiere: Mignolet torna in Belgio, giocherà nel Brugge. Non solo Mignolet a salutare Anfield: saluta, almeno momentaneamente, Harry Wilson, uno dei prodotti più splendenti dell’academy rossa degli ultimi anni. Dopo le nobili gesta di Derby, andrà in Premier, sponda Bournemouth: ambiente e sistema perfetto per esprimere le sue qualità. Prestito secco, a fine stagione tornerà rosso.