South London and Proud! Vivere il Crystal Palace

0
272
Crystal Palace

All’ombra di Selhurst Park si respira sempre un’aria particolare, quasi fiabesca.

Dal lunedì al venerdì vai a fare la spesa al Sainsbury’s di fianco allo shop, come se fossero giorni normali e in realtà lo sono. Il sabato o la domenica (a seconda di quando si gioca la partita), il quartiere cambia forma, cambia vita e si tinge di red and blue… Anche se il cielo di Londra non cambia mai colore, con quel grigio che è ormai una costante, come del resto lo sono i baracchini che distribuiscono i volantini del Match Day e la solita bancarella di sciarpe all’angolo tra Park Road e Whitehorse Lane.

Crystal PalaceI poliziotti a cavallo percorrono la strada che costeggia la Arthur Wait Stand, il profumo del fish and chips si mischia all’aria pungente e freddissima dell’inverno londinese. Le curry houses del South London sono tutte simili tra loro, i camini col fumo che esce, il giardino con l’erba incolta (alla faccia del famoso prato inglese) e gli immancabili bidoni per l’immondizia. Il quadro imperfetto si chiude con i tifosi inglesi e il loro abbigliamento trasandato che camminano verso lo stadio.

Il Crystal Palace è la squadra del Sud di Londra, di chi vive sotto il Tamigi, dove i bus a due piani viaggiano a due all’ora tra le stradine strettissime, in mezzo ai negozi di pollo fritto e agli Off License dai nomi più classici come “Lucky Wine” o “Food and Wine”. I Cafè a colazione servono l’English Breakfast e la sera le Apple Pies, i negozi turchi hanno in bella vista cassette di arance e pomodori pachino, gli shop polacchi invece vendono salami e olio buono, gli immancabili banchetti africani invece offrono platani e tapioca a metà prezzo dopo le quattro di pomeriggio.

Camminando vicino alla stazione dell’Overground di Crystal Palace, capita di imbattersi nei classici ristorantini italiani, che di italiano non hanno nemmeno il nome, “Napoli PizzAria” in Anerley Road, oppure “FrescO LaZagna” di fronte alla fermata del bus Seymour Villas; fa sorridere pensare che esiste Google Translate ma vi assicuro che, nonostante gli errori ortografici sulle insegne, i posti sono sempre pieni.

A Sud di Londra vedi poca gente con la brodaglia (classico caffè inglese) in mano mentre cammina, gli Starbucks sono per i colletti bianchi della City, a Liverpool Street o a Bank è improbabile vedere un manager ciucciarsi le dita alla fermata del bus mentre mangia pollo fritto. Da queste parti tutti mangiano le alette di pollo e le patatine alle quattro del pomeriggio, sui treni, sui bus, mentre camminano, e persino in libreria.

Il giorno della partita i pub inglesi sono pieni già alle dieci del mattino. Percorrendo lo stradone che collega Westow Street e il famoso triangolo della movida di Crystal Palace con All Saint Church, si capisce a pieno l’essenza e l’atmosfera che si respira da queste parti. S’intravendono i primi tifosi con la sciarpa al collo che probabilmente bivaccheranno sino al fischio d’inizio, scolandosi una decina di pinte. Dall’altra parte della strada s’incontra la classica famiglia che va a messa alla Chiesa Cattolica.

Crystal PalacePrima della partita è doveroso e religioso entrare nel pub dei Glaziers appena fuori lo stadio. Anche se se siete astemi fatelo! L’atmosfera è impagabile, un pre-partita del Palace in questo pub vale già il prezzo del biglietto. Per inciso “Glaziers”, ovvero i lucidatori, era il soprannome dei tifosi del Palace, poi col tempo diventati The Eagles, ovvero le aquile.

L’origine del Club prende forma nel lontano 1851, quando proprio nell’area urbana dove oggi sorge il Selhurst Park, fu costruito il famoso Palazzo di Cristallo che diede vita alla prima esposizione universale del mondo, il famigerato Expo. Si narra che i Glaziers passassero il tempo a lucidare le pareti del palazzo, che poi fu purtroppo distrutto nell’incendio del 1936.

Crystal PalaceLa gente del South London vive il giorno del Match Day come una festa, i trench e i cappotti della settimana lasciano spazio alle magliette rosso vermiglio e blu. Da queste parti allo stadio si va a piedi, la gente arriva da South Norwood, da Croydon, da Anerley, chi abita un po’ lontano si serve dei bus ma è difficile tifare Crystal Palace se non sei del South London. Prima della partita, tutto lo stadio, famiglie comprese, intonano l’inno “Glad All Over” che qui al Selhurst Park è un culto.

La parte calda del tifo alloggia nella Homelsdale Stand, è una delle pochissime tifoserie d’oltremanica a usare ancora i tamburi, il sostegno è incessante e dura per tutta la partita. Il tifo del Palace è di vecchio stampo inglese, non si fischiano mai i propri giocatori, anche quando la squadra perde a fine partita mai una contestazione, è un po’ come andare a teatro e vedere uno spettacolo e apprezzarlo a prescindere, qualunque sia il finale.

Crystal PalaceCome nella migliore tradizione del calcio inglese, Selhurst Park è uno stadio piccolo, fatto apposta per il football come dicono da queste parti, con le tribune a mezzo metro dal campo, gli “Ohhhh” della tribuna centrale, il tifo incessante, e gli Hot Dog a fine primo tempo che rispecchiano in pieno la tradizione. Da queste parti si respira un’aria speciale, il Palace è iconico, l’appartenenza della gente si trasforma nello slogan del Club “South London and Proud”, l’orgoglio del Sud di far parte di una comunità.

Crystal PalaceL’inverno londinese a Sud è più freddo, perché siamo in collina, dove le casette coloniali sono tutte in fila e tutte uguali, che a volte pensi: ma capiterà mai che qualcuno tornando la sera sbagli casa? Di sera è probabile incrociare qualche volpe proveniente dalla vicine campagne del Kent, che si aggira furtiva nei vicoli. Tra una volpe e l’altra, risalendo la strada lungo Westow Street, fermandosi davanti al pub Royal Albert, ci si trova davanti uno spettacolo d’altri tempi: il punto più alto, la Hill, la famosa collina da dove vedi tutta Londra! In quell’istante capisci perché quel quartiere poco centrale che fa molto profonda Inghilterra ha una visione antica e privilegiata della città. Se siete in visita o in vacanza a Londra non perdetevi la magia di questo quartiere a 20 minuti di treno da London Victoria Station, così vicino a Central London e così lontano come immaginario dalla Londra che vedi in cartolina.

Un salto a Selhurst Park e una foto a Westow Street e non mancate di assaggiare il pollo fritto, con 2.99£ avete anche le patatine. Qui si va al supermercato in pigiama, si mangiano i muffin sul bus e si vive come in un tranquillo paesino di campagna.
Il weekend peró gioca la Premier League e si accendono i riflettori del Selhurst Park perché gioca il Crystal Palace! South London and Proud!