Everton scatenato: colpo Kean, sogno Zaha! Arsenal, tutto fatto: arriva Pepè

0
310

di Simone Dell’Uomo

E’ l’Everton la protagonista assoluta del mercato britannico, quantomeno in queste ore. In attesa di capire gli effettivi sviluppi della trattativa Zaha, per cui i Blues hanno offerto 55 milioni di sterline al Palace senza inserimento di paventate contropartite tecniche, la dirigenza dei Toffees ha chiuso Moise Kean. Decisivo l’affondo nella serata di ieri, una nuova freccia perfetta e determinata per l’arco di Marco Silva. Un nuovo giovane in rampa di lancio in un progetto che adesso sì, sembra prendere sempre più forma. Da 20 a 30 milioni più bonus, dopo due settimane di trattative mediate da Raiola, s’è giunti al lieto fine: soddisfatta la voglia di giocare del ragazzo, che emigra nel campionato più blasonato al mondo. In caso di bonus, la cifra del cartellino potrà raggiungere i 40 milioni. La trattativa s’è sbloccata per la felice conclusione dell’affare Gueye: una pedina storicamente importante per il centrocampo dei Blues, ma era troppa la sua voglia di Psg, trasferimento ufficialmente e 30 milioni di sterline direzione Liverpool. Per sostituirlo l’Everton pensa ad un altro francese, anche in questo caso curiosamente ex Juve: Leminà, in uscita dai Saints, ai margini del loro progetto.

Attivo in uscita anche il Man United. C’è da risolvere la questione Pogba, difeso a spada tratta da Solskjaer, attaccato da una buona fetta di tifosi Red Devils. In caso di partenza del centrocampista francese presumibilmente direzione Madrid dove Zinedine Zidane lo aspetta a braccia aperte, il nome caldo per sostituirlo è sempre quello di Milinkovic. Anche qui Lotito spara alto: è un capitale della società, certamente non va svenduto. Stallo, e preoccupante, anche sul fronte Maguire: il Leicester non fa sconti, vuole tenere il giocatore. In uscita resta chiaramente Lukaku, ormai palesemente ai margini del progetto tecnico: Solskjaer non l’ha portato in Norvegia, Juve e Inter proseguono il testa a testa.

Altra importante compagine scatenata nelle ultime ore è l’Arsenal di Emery, che dopo aver fallito obiettivi Europa League e quarto posto deve ripartire cercando di non ripetere gli errori della passata stagione. Ozil ha deluso, parecchio, i sostenitori sono stanchi di un talento espresso troppo a intermittenza. Per questo dopo Ceballos va ulteriormente rinforzata la trequarti: vinto il duello a distanza col Napoli, sborsati 80 milioni di euro, il gioiello del Lille Pepè è sbarcato a Londra per sostenere le visite mediche e porre la firma su un contratto che lo legherà ai Gunners per i prossimi 5 anni. Ancora nessuna novità invece sul fronte Tierney: si attende il terzo rilancio, il Celtic tiene duro.

Attive, a 9 giorni dal termine del mercato, ovviamente anche diverse piccole. Investimento Bournemouth, che approfitta della retrocessione dell’Huddersfield per assicurarsi le prestazioni del centrocampista Billing, uno dei pochi a salvarsi della disastrosa stagione Terriers. 15 milioni l’importo dell’assegno versato dalle ciliegie. Il West Ham ha deciso invece di puntare ancora su Masuaku: tutto fatto, rinnovo fino al 2024 per il laterale sinistro. Visite mediche per Cutrone ai Wolves, ma Espirito Santo vuole di più: ha chiesto alla società altri due elementi.