ESCLUSIVA PP – Intervista a Paolo Stringara ” Il City darà filo da torcere anche in Champions”

Cari amici di PassionePremier, abbiamo avuto il piacere di intervistare Paolo Stringara, ex centrocampista di Inter, con cui ha conquistato la Coppa Uefa nel 1990/1991, Bologna ed Avellino. Dopo il ritiro ha intrapreso la carriera di allenatore, nel suo curriculum ci sono esperienze con squadre come Torino, Spezia, Perugia e Livorno.

Salve Paolo, avrà sicuramente seguito la diatriba tra Conte e Mourinho. Da allenatore ci può dare un parere su quanto accaduto?

“Mourinho lo conosciamo tutti, ha un carattere forte e non ha peli sulla lingua. Conte quando viene attaccato reagisce alla sua maniera e sa farsi trovare pronto. Tuttavia non credo che questo tipo di polemica possa portare negatività all’ambiente, oltre ad aiutare i giornalisti a riempire pagine di giornali, credo che sia anche un altro modo di approcciare il calcio. A me non ha disturbato”.

Parliamo di un suo ex compagno, che ha vestito la maglia del Tottenham, ovvero Jurgen Klinsmann. Che ricordo le ha lasciato e in che rapporti siete rimasti?

“Con Jurgen ho un ottimo rapporto, anche lavorativo visto che collaboro con lui. Ricordo in modo particolare la sua esultanza quando faceva gol con la maglia del Tottenham, ovvero un tuffo. Lui addirittura vinse il premio come miglior giocatore in quella stagione li (1994/1995). Fece molto bene con la maglia degli Spurs”.

Con la maglia dell’Inter lei ha vinto la Coppa Uefa, che oggi è chiamata Europa League. L’Inghilterra è rappresentata dall’Arsenal, come vede i Gunners?

“L’Arsenal ha una storia gloriosa, però non so quanto possa essere positivo avere un manager, che è da una vita su quella panchina ed alla fine ha vinto pochissimo. Wenger ha creato un buon impianto, una buona situazione, ma una squadra chiamata Arsenal dovrebbe vincere e non limitarsi a partecipare. Di giocatori importantissimi all’ Arsenal ne sono passati, ma i risultati non sono mai arrivati.  Spero per l’Arsenal, che riesca a vincere qualcosa, ma la vedo dura”.

Per quanto riguarda il discorso Champions, l’Inghilterra ha portato ben 5 squadre agli Ottavi di finale. Pensa che qualcuna di queste possa ambire alla vittoria finale?

“Il Manchester City quest’anno darà fastidio a tante, anche perché ha un allenatore che la Champions l’ha già vinta, stanno facendo benissimo, hanno perso soltato contro il Liverpool, ma ci può stare. Se devo fare un nome dico il Manchester City perché sarà un avversario durissimo da affrontare per chiunque”.

Il discorso Premier League, il City ha già praticamente chiuso il campionato a Dicembre, lei pensa che il gap di 12 punti sia una sicurezza per i Citizens oppure lo United può ancora sperare in una rimonta?

“Nel calcio mai dira mai, ma la vedo dura anche perché le altre fanno fatica. Il Tottenham ha problemi, il Chelsea anche ha dei problemi ed anche lo United non sembra uno schiacciasassi. Come ho detto può accadere qualsiasi cosa nel calcio, ma il Manchester City è di gran lunga la favorita numero uno per vincere la Premier”.

La redazione di passionepremier.com ringrazia il Signor Stringara per la disponibilità e la cordialità dimostrata nel rispondere alle nostre domande.

La riproduzione, anche solo parziale, deve avvenire previa citazione della fonte.

 

 

Andrea Pierantozzi

24 anni,laureato in Economia.Il mio credo calcistico si basa sulla trinità Totti,Henry,Ronaldinho.Faccio parte di quelli che " noi non supereremo mai questa fase."