SAINTS CORNER – Pray For Paris, Saints!

0
430

Buon pomeriggio e bentornati amici Saints, questo è il tredicesimo appuntamento stagionale col Saints Corner, ma, ahinoi, il nostro spazio sarà sicuramente macchiato dal sangue rosso che sgorga tra le vie di Parigi.
I fatti dello scorso venerdì ci hanno stravolto il week-end, e non solo.
Anche noi, anche la redazione di passionepremier.com e tutti i tifosi del Southampton sono vicini alle famiglie delle vittime dell’attentato e sopratutto pregano per Parigi e per l’Europa, minacciata dall’odio e dal terrore.

#PRAYFORPARIS – Come si fa a mettere in secondo piano una delle più brutte stragi d’Europa? E’ su tutti i quotidiani europei e mondiali. E’ l’evento che mai e poi mai avremmo volut si verificasse. Una storia brutta, orrenda. Un finale spietato. Se questo si può considerare finale, viste le conseguenze che il gesto dei terroristi avrà nei prossimi mesi e, chi lo sa, anni.
Eravamo su un campo di calcio. A Parigi, in Francia. C’era Francia-Germania.
Prima le tre esplosioni durante i 90′ fuori dallo stadio. La partita che continua e che termina. 2-0 per i francesi. Ma qualche minuto dopo gli stessi capiranno che quella sera, quella maledetta sera, saranno proprio loro ad aver perso. E non solo loro.
Già, perchè ha perso l’intera Europa. Ha perso 132 vite, 132 cuori, 132 persone innocenti, vittime della spietatezza umana. Ma no, noi non ci crediamo: questa non è umanità.
Poche ore dopo gli attentati, ecco subito il cordoglio dei politici, dei personaggi famosi e delle squadre. Anche noi, anche il Southampton si è stretto intorno a Parigi, pregando per le vittime, quelle “povere innocenti, vittime”, appunto, “di un’inutile strage”.

UN PASSO INDIETRO – Non vorremmo, ma dobbiamo farlo. Anche se per poco.
Torniamo indietro per pochissimi istanti alla Premier League, anche perchè vogliamo dimostrare che l’Europa non si ferma. Che la libertà di espressione e di azione che ci siam guadagnati non la venderemo al primo acquirente di turno. Anzi, al primo terrorista di turno.
Dicevamo, Premier League. Beh, sì, lì possiamo sorridere, e anche un bel po’ dopo la vittoria contro il Sunderland di due settimane fa allo Stadium of Light. Tre punti fondamentali ottenuti con il rigore-vittoria di Tadic.
Classifica che canta, adesso, per i Saints. 20 punti, settimo posto ma… udite, udite: solo 6 punti dalla prima in classifica. E sabato in casa c’è lo Stoke, avversario abbordabile. Ce la possiamo fare?!

Ora però chiudiamo qui, perchè lo sconforto ancora non ci passa, e difficilmente ci passerà.
Le altre righe che forse avrei dovuto scrivere non ci sono. Quei minuti di lettura usateli per pregare. Fate silenzio e chiudete gli occhi. Quegli stessi occhi lucidi al solo pensiero di quei poveri 132 cuori volati in cielo in una notte fatale nel centro parigino.

#PrayForParis ♥

Giuseppe Chiarolla
FOLLOW ME