West Ham, brutta (ri)partenza: ora si fa dura

0
225

E’ successo quasi tutto quello che non doveva accadere. L’uniche note positive in casa West Ham sono le sconfitte del Bournemouth contro il Crystal Palace, che mantiene i Cherries al terz’ultimo posto in classifica e dell’Aston Villa contro il Chelsea. Per il resto tutto ciò che doveva andare storto è andato storto. Dai gol siglati nel recupero da Watford e Brighton che hanno permesso alle due dirette rivali di guadagnare uno e tre punti sul West Ham, alla sconfitta interna degli Hammers contro il Wolverhampton.

Vero che l’avversario in questione non era tra i più semplici, ma visti anche i risultati delle due rivali, conquistare almeno un punto per la corsa salvezza sarebbe stato fondamentale. Anche perché ora arrivano due partite decisamente complesse. La squadra di Moyes è infatti attesa da un doppio derby. Si parte stasera in casa del Tottenham: una sfida che appare proibitiva, soprattutto perché gli Spurs hanno recuperato Kane e Son e hanno disputato una gara decisamente positiva contro il Manchester United. Poi ci sarà l’unica pausa stagionale: la sfida successiva, in casa contro il Chelsea, si disputerà infatti il 1 luglio. Un’occasione per Moyes per prepararsi al meglio al forcing finale con i tanti scontri diretti, per quella che sembra essere una salvezza sempre più difficile da raggiungere.