CHELSEA-MANCHESTER CITY 2-1: fondamentale vittoria per i Blues

1
2049
CHELSEA

Passionepremier logo 1

 

Chelsea mini Manchester City miniCHELSEA-MANCHESTER CITY 2-1

Il Chelsea centra una vittoria importantissima nel big match domenicale contro il Manchester City, diretti rivali per il titolo. Bellissima partita tra due squadre dalle enormi potenzialità che si sono equivalse. Solo un singolo episodio, prodezza o errore clamoroso, poteva deciderla in un senso o nell’altro: ed alla fine questo è stato. Dopo l’iniziale vantaggio di Schurrle ed il pareggio di Aguero, proprio al 91′ Torres sfrutta un’incredibile incomprensione tra il portiere del City Hart ed il suo compagno di squadra, l’ex difensore della Fiorentina, Nastasic.

INIZIALE FASE DI STUDIO – Chelsea e Manchester City sono indiscutibilmente due tra le più serie pretendenti al titolo di campione nella Premier League 2013-14, e nel big match domenicale si affrontano con un unico obbiettivo: vincere per restare in corsa dell’Arsenal capolista. Entrambe le squadre vengono da una vittoria nell’ultimo turno di Champions League. Mourinho reinserisce Ashley Cole al posto di Azpilicueta e sigilla la difesa con Terry e Cahill mentre tra gli ospiti ecco Zabaleta al posto di Micah Richards e DeMichelis al posto di Kompany con in attacco il solo Aguero, decisamente in forma mondiale, supportato dal genietto Silva. L’inizio è come prevedibile molto attendista: entrambe le squadre mirano soprattutto a non subire con reparti molto attenti e difese reattive che bloccano ogni tipo di azione offensiva: in questa fase particolarmente sagace e brillante appare il solito Yaya Tourè.

LA SVOLTA – La svolta della partita avviene a favore del Chelsea, ma non da un episodio positivo, quanto semmai da una clamorosa occasione sbagliata da Torres poco dopo la metà del primo tempo, quando solo davanti ad Hart a due passi dalla linea di porta spara il pallone alle stelle.
Occasioni del genere sciupate demolirebbero molti giocatori, non invece el nino, che usa questo episodio come molla e riparte alla grande inventando letteralmente, da solo, il goal del vantaggio con una sontuosa cavalcata sulla fascia con irresistibile accentramento in area ed assist al bacio servito per Schurrle che da solo a mezzo metro dalla porta segna. Applausi, tanti applausi per il campione spagnolo e per come ha reagito al suo errore! Ma la partita dell’ex Liverpool non finisce qui, pochi minuti dopo altra cavalcata irresistibile sulla corsia centrale, leggero decentramento in area di rigore e gran tiro a rientrare che coglie in pieno l’incrocio dei pali più lontano, ad Hart battuto: anche questa volta si può solo applaudire il centravanti del Chelsea. Il primo tempo finisce con il vantaggio dei padroni di casa 1-0.

LA REAZIONE DEL MANCHESTER CITY – La ripresa inizia con il botto: Nasri serve Aguero in profondità ed il Kun, dalla stessa mattonella in cui Torres aveva colpito l’incrocio dei pali nel primo tempo, fulmina di sinistro imparabilmente Cech sul primo palo angolo alto per il pareggio 1-1! Il City prende forza e coraggio e di nuovo, pochi minuti dopo Silva potrebbe raddoppiare ma non sfrutta al meglio l’occasione preferendo il passaggio al tiro e graziando i blues.

LA RISPOSTA DEL CHELSEA – Il Chelsea però non si demoralizza e con Hazard e Torres si presenta in area più volte chiedendo anche un rigore, non accordato da Webb. Mourinho toglie Lampard e Schurrle per inserire Mikel e William, forze fresche che squillassero le trombe per il tipico finale arrembante in Mourinho style. Ma il City non è da meno cerca di ribattere con Aguero su cui si sacrifica gladitoriamente Ivanovic. Passano i minuti ed il risultato sembra incanalato sul 1-1- ma su un passaggio di William lungo, forse troppo lungo e quindi apparentemente senza pretese, Nastasic ed Hart non si capiscono con il serbo che la tocca di testa troppo forte facendo si che il pallone scavalcasse il suo portiere e fosse pronto per il sopraveniente Torres che, come il più classico dei terzi incomodi, raccoglie l’assist involontario e deposita in rete facendo esplodere Stamford Bridge e Mourinho.

MAN OF THE MATCH – Torres e non potrebbe essere altrimenti. Sciupa una chance enorme nel primo tempo ma da lì in poi è immenso. E’ davvero incredibile come un errore possa far accendere gli occhi della tigre, il cuore di un leone e la sveltezza di una pantera nera in un giocatore. Che Mourinho abbia trovato il suo nuovo Milito. Per il City positive le prove di Yaya Tourè e del Kun Aguero.

Edoardo Orlandi

@EdoardoO83

Edoardo83

Laureato in giurisprudenza, ama l'antichità classica greco-romana, il basket NBA e la Premier League. Tifa per l'Inter ed il Chelsea

Latest posts by Edoardo83 (see all)

1 commento