LIVERPOOL – HUDDERSFIELD 5-0 pagelle e tabellino: spettacolo Reds che lotteranno per il titolo fino alla fine

0
540

Tutto molto semplice per i Reds nel giorno in cui hanno ricordato la scomparsa dell’icona Thomas Smith con il consueto minuto di silenzio prima del match contro gli uomini di Jan Siewert ormai senza pretese e già condannati alla Championship.

Apre subito le danze Naby Keita che dopo soli 15 secondi ne approfitta di un errore madornale in fase di controllo dell’Huddersfield e si inserisce servito dal solito Salah chiudendo sul secondo palo dove Lossl incolpevole non può arrivarci. Al 23’ gli uomini di Klopp raddoppiano grazie a Sadio Mane con una incursione delle sue perfettamente pescato dal cross di Robertson sceso largo sulla sinistra e chiude con un colpo di testa battendo il portiere.

Il Liverpool ha il pieno controllo sulla partita e la compagine di Jan Siewert non riesce a reagire, al 42’ Henderson sfiora il 3 a 0, ma è 3 minuti più tardi che arriva la perla del solito Mo Salah servito perfettamente dalle retrovie grazie ad un lancio di Alexander-Arnold bravo a premiare l’inserimento del fuoriclasse che batter Lossl con un delizioso pallonetto; si chiude il primo tempo Liverpool 3 Huddersfield 0.

La ripresa vede lo stesso copione in campo, i Reds continuano a gestire la palla e sfruttare gli spazi lasciati dagli avversari ed al 65’ è ancora Sadio Mane a chiudere definitivamente i giochi sfruttando un cross dalla trequarti di Henderson tuffandosi per colpire di testa sul palo di destra, gesto acrobatico notevole e raggiunge momentaneamente il compagno di squadra in vetta alla classifica marcatori: poker per il Liverpool.

Siewert allora vede di cambiare qualcosa ed inserisce Lowe al posto del fin qui poco brillante Mounie, ma la musica non cambia, il Liverpool impone i suoi meccanismi di gioco e gli ospiti rimangono quasi a guardare; al 79’ lo scatenato Mane si fa trovare liberissimo sul secondo palo e nonostante uno stacco notevole la colpisce di testa ma la palla va a stamparsi sul palo sinistro: Anfield è ormai scatenato.

Passano solo 3 minuti ed il subentrato Shaqiri serve con un filtrante bellissimo Robertson sul filo del fuorigioco, palla rasoterra in mezzo per Mohammed Salah che anticipa un Lossl molto distratto e la appoggia con facilità in rete.

5 a 0 e gli uomini di Jurgen Klopp si confermano al primo posto con una partita di anticipo sui rivali per il titolo di Manchester, imponendosi con una prestazione a dir poco perfetta e dimostrando ancora una volta quanto hanno voglia di portarsi a casa quello che sarebbe il loro 19° titolo di Premier League dopo una stagione spettacolare combattuta fino all’ultimo.

Stadio Anfield Road – Liverpool – 54.000 spettatori

MARCATORI: Naby Keita 1’, Sadio Mane 23’, Mo Salah 45’ + 1, Sadio Mane 65‘ , Mo Salah 82‘ .

PAGELLE LIVERPOOL (4-3-3): Alisson 6, Van Dijk 6.5, Alexandrer-Arnold 6.5 (Gomez 88’5.5 ), Robertson 7 , Lovren 6 , Henderson 6.5, Keita 6.5, Wjnaldum 6 (Shaqiri 73’), Mane7.5, Salah 7.5, Sturridge 6 (Chamberlain 73’).

LA SQUADRA I Reds hanno il completo dominio sul match fin dai primi secondi e chiudono la partita già nella prima metà di gioco rifilando 3 gol ed un solo tiro subito.

IL MIGLIORE Momo Salah 7,5 E’ stato difficile trovare un migliore, la squadra di Klopp si dimostra precisa e quadrata in ogni area di gioco, ma l’egiziano riesce a metterci sempre del suo e conquista la vetta della classifica capocannonieri in solitaria.

IL PEGGIORE //

PAGELLE HUDDERSFIELD ( 4-1-4-1): Lossl 5, Schindler 5.5 , Kongolo 5.5, Durm 5.5 ,Smith 6, Hegg 5.5, Stankovic 5(Pritchard 81’), Bacuna 6, Ahearne-Grant 6, Mbenza 6 (Kachunga 88’), Mounie6 (Lowe 65’).

LA SQUADRA Subito fuori partita gli uomini di Siewart a corto di idee e qualità in mezzo al campo, sbagliano anche le cose più semplici e non riescono a gestire la palla, si dimostrano pericolosi solo in un paio di occasioni con Mbenza e Bacuna che ci provano in maniera velleitaria.

IL MIGLIORE Bacuna ci prova con delle conclusioni e lotta su ogni pallone nonostante il dominio degli avversari.

IL PEGGIORE Lossl sempre impreciso e non riesce a dare sicurezza ai suoi compagni