Preview Atletico-Chelsea: a Bucarest, Tuchel sfida Simeone

0
61
Thomas Tuchel (©Getty Images)

Dopo tanta attesa, va in scena la sfida d’andata di Champions League fra Atletico e Chelsea, valevole per la qualificazione ai quarti di finale. La squadra di Tuchel sfida la formazione di Simeone, in un match dallo scenario aperto e per nulla scontato. L’ultimo precedente nella fase ad eliminazione diretta, fu nel 2014. Allora, furono gli spagnoli ad avere la meglio, staccando il pass per la finale di Lisbona contro il Real Madrid di Ancelotti. Vediamo nel dettaglio però, qual è la situazione attuale delle protagoniste oggi in campo sul verde di Bucarest.

Qui, Atletico Madrid

La squadra di Simeone, al comando della Liga con 55 punti e avanti al Real Madrid, viene dalla sconfitta interna contro il Levante. I Colchoneros però, vanno a caccia di un successo o risultato utile che possa dare un senso alla sfida di ritorno di Stamford Bridge. Non prendere gol infatti, è alla base della tattica prevista e pensata da Simeone nell’ottica dei 180 minuti complessivi. Subire in casa, potrebbe rivelarsi decisivo ai fini del risultato finale per via della regola dei gol in trasferta. Solidità e aggressività, o anche opportunismo. Perchè con un Suarez in più, quest’anno, la formazione del Cholo può contare su un bomber di razza pura. Capocannoniere del campionato spagnolo con 16 reti in coabitazione con Messi, l’uruguaiano assieme a Joao Felix, sarà il responsabile della fase offensiva rojiblanca. Dunque, se da Oblak e dai difensori della squadra spagnola ci si aspetta la solita grande prestazione di carattere, all’attacco spetterà sfruttare ogni tipo di occasione utile a segnare e a far male alla retroguardia del Chelsea.

Qui, Chelsea

La formazione di Tuchel invece, dopo il pareggio esterno col Southampton, punta al successo. La cura dell’ex tecnico del PSG, sta dando i suoi frutti. In Premier League infatti, con l’arrivo dell’allenatore tedesco, i Blues hanno raccolto quattro vittorie e due pareggi. Considerando l’eredità complessa del dopo Lampard, il lavoro svolto dal nuovo responsabile tecnico è ottimo. Il filotto di risultati utili consecutivi inoltre, ha permesso di guadagnare punti in classifica, scalando posizioni e riavvicinando la zona Europa. Contro la corazzata di Simeone però, servirà una prestazione diversa rispetto a quanto visto sin qui. La solidità difensiva degli spagnoli è cosa nota, ma il principale problema porta il nome di Suarez. Contro l’attaccante uruguaiano serviranno attenzione ed esperienza. Limitarne la pericolosità sotto porta, sarà il primo passo verso la qualificazione. Insomma, prova del nove contro l’arcigna retroguardia rojiblanca ed il fuoriclasse in maglia nueve. Segnare quanto più possibile e non far segnare quanto più possibile dunque, è la parola d’ordine. Importante soprattutto, in vista del ritorno.