5 cose che (forse) non sai su Trent Alexander-Arnold

0
230

In casa Liverpool è ormai tempo di festa, i Reds dopo aver vinto la Champions League ed il Mondiale per Club hanno da poco trionfato anche in Premier League. Un titolo che mancava da ormai 30 anni e che ha fatto entrare la rosa attuale nella storia. Tra questi troviamo Trent Alexander-Arnold, difensore 21enne che in poco tempo ha vinto tutto, diventando uno dei terzini più forti in circolazione. Andiamo a vedere insieme 5 cose che (forse) non sai sul giovane difensore inglese.

1 – NUMERO 66
Solitamente dietro al numero di maglia si cela sempre una sorta di segreto personale. Nel caso di Alexander-Arnold non esiste una scelta ben precisa sul suo numero. Quando è stato promosso in prima squadra ha ricevuto il numero 66 perché in casa Reds si tende a dare un numero alto per “non far montare la testa” ai giovani. Da là la scelta, almeno momentanea, di non cambiare, visto che a quanto pare per il difensore inglese è ormai diventato un numero fortunato.

2 – AL LIVEPOOL GRAZIE AD UN CAPPELLO “MAGICO”
La carriera di Alexander-Arnold al Liverpool possiamo dire che è nata quasi per puro caso. Nel 2004, quando Trent si presentò ai provini, la dirigenza Reds dovette fare qualcosa di clamoroso. I ragazzi presenti erano troppi e superavano il numero dei posti disponibili per le selezioni. I cognomi dei ragazzi furono quindi messi dentro ad un cappello e vennero sorteggiati. Per fortuna del ragazzo, e del Liverpool, il nome di Trent fu tra quelli pescati.

3 – IL “QUASI NIPOTE” DI SIR ALEX FERGUSON
Sembrerà strano ma Trent Alexander-Arnold poteva diventare nipote di Sir Alex Ferguson. Anzi, per meglio dire, ha rischiato addirittura di non nascere. Doreen Carling, nonna di Trent, negli anno ’50 era fidanzata proprio con Sir Alex. I due però si mollarono e Doreen, scappata in America, conobbe e sposo l’uomo con cui creò una famiglia.

4 – LA SUA SECONDA SQUADRA “DEL CUORE”
In un’intervista Alexander-Arnold ha ammesso di avere un debole per il Barcellona:  “Direi che se non avessi tifato Liverpool la mia squadra preferita sarebbe stata il Barcellona. Mi sento come se avessero gli stessi valori e le stesse convinzioni del Liverpool”. Insomma, non male per uno che in semifinale di Champions League ha eliminato proprio i blaugrana grazie ad una sua strepitosa invenzione.

5 – GUINNESS WORLD RECORD
Nel famoso libro dei record del 2020 sarà presente anche il difensore inglese. Trent Alexander-Arnold ha infatti compiuto l’impresa di mettere a segno, nella stagione 2018/2019 ben 12 assist in Premier League. Un record assoluto per quanto riguarda un difensore che milita nel massimo campionato inglese

Cinus Antonio

find me