Le tre cose che abbiamo imparato da Manchester City 4-0 Brighton

Impegno casalingo per il Manchester City che ospita il Brighton; i Citizens vincono agevolmente ma è allarme Laporte

0
314

Va in scena all’Etihad Stadium Manchester City-Brighton. I padroni di casa sono gli unici a tenere il passo del Liverpool primo a punteggio pieno, e arrivano al match dopo la vittoria in trasferta della settimana scorsa contro il Bournemouth. Brighton che in questo inizio di stagione ha iniziato benissimo con la vittoria in trasferta contro il Watford ma poi è incappata in un pareggio e una sconfitta. Da segnalare il lutto al braccio del Manchester City per manifestare la vicinanza a Luis Enrique che ha recentemente perso la figlia.

Nemmeno il tempo di iniziare e il Manchester City passa in vantaggio. Sono passati solo due minuti, filtrante in area per David Silva che mette la palla bassa al centro dell’area, da dietro arriva Kevin De Bruyne che la piazza facilmente e batte Ryan, Citizens subito avanti. Il City fa la partita e va vicino al raddoppio con Riyad Mahrez, ma è bravissimo Ryan a superarsi e a impedire il gol dell’algerino. Alla mezz’ora il City vicina al raddoppio con David Silva che spreca davanti Ryan un bel passaggio di Sterling, nonostante l’errore meravigliosa partita dello spagnolo finora.  Duro scontro a metà campo e Laporte rimane a terra, brutta botta per il difensore basco, Guardiola spera che non sia nulla di grave ma l’infortunio sembra molto serio. Il giocatore va via in barella e viene sostituito da Fernandinho, che giocherà come centrale difensivo. Raddoppia nel finale di primo tempo il Manchester City con Sergio Aguero. Il ‘Kun’ riceva palla in area da De Bruyne, sposta la palla sul destro e calcia forte sotto la traversa, 23 gol nelle ultime 26 partite per l’attaccante argentino, finora sempre in gol in questa Premier League.

Nella ripresa il Brighton va vicino al pareggio con Trossard che davanti a Ederson calcia male e consente a Fernandinho di respingere il pallone con il portiere brasiliano ormai battuto, Brighton più vivace nei primi minuti del secondo tempo. Al minuto 55 arriva il terzo gol del Manchester City con Sergio Aguero, seconda doppietta consecutiva per lui. Il Kun riceve palla dal limite dell’area e la piazza sotto l’incrocio, traiettoria imprendibile per Ryan incolpevole in questa situazione, che inizio di stagione per l’attaccante argentino. Il City fa 4-0 con Bernardo Silva appena entrato; grave errore difensivo di Montoya, la palla arriva ad Aguero che serve Bernardo Silva che in diagonale batte Ryan, partita più che chiusa. Nel finale il City gestisce la partita e finisce così, 4-0 per i Citizens che possono ritenersi soddisfatti del match ma restano in allarme per l’infortunio di Laporte.

FORMAZIONI

MANCHESTER CITY (4-3-3); Ederson, Walker, Otamendi, Laporte, Zinchenko; De Bruyne, Rodri, D.Silva; Mahrez, Aguero, Sterling. All. Pep Guardiola.

BRIGHTON (3-5-2); Ryan, Webster, Dunk, Burn; Montoya, Stephens, Propper, march, Bernardo; Maupay, Trossard. All. Graham Potter.

 

MARCATORI: 2’ De Bruyne, 42’Aguero, 55’ Aguero, 79’ B.Silva (MCI)

IL MIGLIORE: David Silva

IL PEGGIORE: Montoya

 

 

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO DA MANCHESTER CITY-BRIGHTON

  • Che partita per David Silva. Sempre presente fino a quando è in campo nelle azioni che portano ai gol dei Citizens e molto in palla sulla trequarti, mancherà al City l’anno prossimo.
  • Il City deve sperare che l’infortunio di Laporte non sia grave. Fernandinho difensore centrale è affidabile ma non da certezze, specie in partite più importanti potrebbe essere il punto debole.
  • Brighton che solo nel finale di primo tempo e all’inizio del secondo è riuscito ad impensierire il City. La squadra riesce a creare ma è mancata nei momenti di realizzazione, male Montoya e Webster in difesa. La prossima partita è contro il Burnley, le opportunità di riscatto ci sono tutte.