MANCHESTER CITY 2-1 LIVERPOOL, pagelle e tabellino: Citizens fortunati su un Liverpool maturo

I Citizens vincono una partita apertissima e giocata al massimo da entrambe le squadre. I Reds recriminano per un po' di sfortuna ed errori di Lovren

0
451

Buonasera a tutti gli appassionati di passionepremier.com e benvenuti all’Etihad Stadium per una partita che potrebbe già assegnare una buona fetta di titolo. Stasera si sfidano le due squadre che, dopo essere state indicate tra le maggiori pretendenti alla Premier, stanno rispettando il pronostico. Al triplice fischio i Citizens ringraziano il loro attaccante, oltre ad una bella dose di fortuna e regali multipli di un un avversario. Guardiola a -4 da Klopp.

TABELLINO MANCHESTER CITY 2-1 LIVERPOOL

Gol: 40′ Aguero (MCI), 72′ Sane (MCI); 64′ Firmino (LIV).

Ammoniti: 31′ Kompany (MCI), 45+2′ Laporte (MCI), 89′ B. Silva (MCI), 90+5′ Ederson (MCI); 20′ Lovren (LIV), 38′ Wijnaldum (LIV).

Espulsi:

Arbitro: A. Taylor.

Stadio: Etihad Stadium, Manchester.

FORMAZIONI E PAGELLE

Manchester City (4-1-4-1): Ederson 5,5; Danilo 6,5, Kompany 5 [C] (dal 88′ Otamendi SV), Stones 6, Laporte 6,5 (dal 86′ Walker SV); Fernandinho 7; Sterling 6, Bernardo Silva 6, David Silva 5 (dal 65′ Gundogan 6), Sane 6,5; Aguero 7. All: J. Guardiola 6.

Sostituti non usati: Muric, De Bruyne, Gabriel Jesus, Mahrez.

Il migliore – Fernandinho. Imperioso sia nel primo che nel secondo tempo. Diga imprescindibile per Guardiola a centrocampo. Sulla sua unica sbavatura il Liverpool ha la più grossa occasione della partita, per il resto il classe ’85 dimostra di avere ancora moltissimo da dare.

Il peggiore – Kompany e David Silva. I due senatori del City vivono partite sottotono. Il belga è l’anello debole della difesa e più volte viene pescato fuori posizione. Lo spagnolo invece viene bene ingabbiato dal centrocampo avversario e non riesce mai a trovare una posizione del campo in cui essere decisivo. Poco male per loro e per la squadra.

Liverpool (4-3-3): Alisson 6; Alexander-Arnold 6,5, Lovren 4, van Dijk 7, Robertson 6,5; Wijnaldum 6 (dal 86′ Sturridge SV), Henderson 6 [C], Milner 5 (dal 54′ Fabinho 6); Salah 6, Firmino 6,5, Mane 5 (dal 77′ Shaqiri SV). All: J. Klopp 6,5.

Sostituti non usati: Mignolet, Keita, Moreno, Lallana.

Il migliore – Virgil van Dijk. L’olandese non sbaglia nulla, né nello smistare il pallone, né – cosa più importante – nelle chiusure in difesa. Il suo posizionamento è invidiabile, la sua capacità di leggere in anticipo l’avversario pure. Il Liverpool subisce due gol per la prima volta in 21 giornate, ma non è certo sua la colpa.

Il peggiore – Assolutamente Lovren. A Melwood staranno pregando per poter riavere al più presto Joe Gomez, dato che il croato si esibisce nel festival degli orrori. Si perde Aguero sul primo gol, sbaglia due volte il fuorigioco – in una viene anche punito dal secondo gol, infine spiana la strada a Bernardo Silva per il quasi terzo gol. Sembrava tanto il Lovren di Wembley nel 4-1 preso dagli Spurs lo scorso anno, la famosa partita dopo la quale questa squadra aveva svoltato.

CRONACA

Partita dell’anno se ce n’è una stasera all’Etihad, con il Manchester City chiamato a ridurre i 7 punti di svantaggio da un Liverpool ancora imbattuto in campionato. Guardiola va col solito modulo, ma con De Bruyne in panchina e Laporte terzino sinistro. Klopp si gioca la carta fedeltà con 10/11 della formazione che l’anno scorso ha incantato mezzo mondo nella seconda parte della scorsa stagione. Nel primo tempo il City è poco pericoloso tranne qualche sortita sulle fasce. L’occasione l’hanno gli ospiti a metà tempo: Firmino lancia Mane nello spazio, il senegalese conclude sul palo. Sulla ribattuta frittata della difesa ma Stones libera all’ultimo centimetro di linea.

Sul finire della prima frazione i Citizens vanno in vantaggio: palla dentro dalla sinistra, Lovren si dimentica la diagonale, Aguero gli sguscia via e fulmina imparabilmente Alisson sul primo palo.

Nel secondo tempo il City sembra più convinto, ma i Reds non si fanno intimorire. L’ingresso di Fabinho dà equilibrio in mezzo. Su un pallone a scavalcare la difesa di Alexander-ArnoldRobertson rimette in mezzo, dove Bobby a porta vuota deve solo spingere. È 1-1! Passano alcuni minuti e su un contropiede – con mancato fuorigioco sempre di Lovren – Sane fa palo-gol e manda in delirio l’Etihad. In un campionato del genere serve anche la fortuna di beccare il palo a favore quando gli avversari lo hanno beccato a loro sfavore. Negli ultimi 10 minuti succede di tutto! Prima Alisson compie un miracolo su Aguero – ennesimo errore di Lovren – poi la difesa del City salva su un mucchio nella propria area con una palla solo da spingere. In mezzo grande parata di Ederson su Salah. E allora dopo il quarto regalo di Lovren – con doppia chance sprecata – il City la porta a casa con grandissima sofferenza. La fortuna aiuta gli audaci, oggi più che mai. Il campionato è riaperto, ci vediamo fra 10 giorni con la Premier League! Intanto godiamoci un grande weekend di FA Cup!

FULL-TIME | WHAT A WIN. WHAT A TEAM.

Geplaatst door Manchester City op Donderdag 3 januari 2019

Daniele Calamia

Daniele, 22 anni. Palermitano, studente di Economia.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".