NEWCASTLE 3-2 EVERTON, pagelle e tabellino. Il meraviglioso ribaltone dei Magpies

I Magpies ribaltano una partita che nel primo tempo si era messa malissimo nel giro di un minuto. Everton con tanti dubbi su più fronti, disastro Pickford

0
101
magpies corner

Buon pomeriggio e benvenuti nella splendida cornice di St James’ Park, lo stadio casalingo del Newcastle United. Oggi i Magpies, padroni di casa, sfidano l’Everton, reduce dal pareggio nel Merseyside Derby che ha tolto il primo posto al Liverpool. Classifica a cui fare attenzione da parte di entrambe: i Magpies sono in lotta per non retrocedere, i Toffees sono impantanati in una deludente metà classifica, non molti punti sopra gli avversari odierni.

Nel primo tempo dopo fasi di studio la partita esplode nella fase centrale del primo tempo. Accade di tutto da una parte e dell’altra. Iniziano gli ospiti: Digne mette in mezzo un pallone morbido per Calvert-Lewin che gira splendidamente sul palo lontano per battere Dubravka. Il Newcastle si riorganizza soprattutto con i tentativi dalla sinistra, grazie ad Almiron, ma è su un cross di Ritchie che Pickford fa la frittata. Il portiere della nazionale inglese non controlla il pallone in aria, atterra e fa body-check in stile rugby su Rondon, pronto ad avventarsi sul pallone. Per l’arbitro è rigore, ma inspiegabilmente Pickford non viene espulso. Sul dischetto va il terzino sinistro scozzese, che però si fa parare il rigore. Sul ribaltamento di fronte un cross teso di Andre Gomes viene lasciato lì da Dubravka. Si avventa Richarlison che mette il secondo per l’Everton.

Che beffa enorme per il Newcastle! In un minuto dal possibile 1-1 allo 0-2.Magpies tra l’altro potrebbero subito accorciare le distanze, ma ancora Pickford si supera su Ayoze Perez. Finisce il primo tempo fra grossi mormorii di disapprovazione del pubblico nei confronti dell’arbitro e degli avversari. Il Newcastle però deve prendersela solo con se stesso.

HALF TIME – Newcastle United 0 Everton 2Everton take a two-goal lead into the break after an incident-packed opening…

Geplaatst door Newcastle United op Zaterdag 9 maart 2019

 

Comincia il secondo tempo con un cross basso in area blu, ma Zouma mette fuori bene. Poi è ancora Rondon ad andare vicinissimo al gol con un pallonetto che esce di centimetri. Sbagliato il tempo d’uscita di Pickford nell’occasione. Il venezuelano però si rifà al 65′: combina benissimo con Perez e al volo di sinistro batte finalmente il portiere. Ruggiscono i tifosi Magpies assiepati sulle tribune del magico St James’ Park.

Già pochissimi minuti dopo ci sarebbe l’occasione per pareggiare, ma Dummett manda alto di testa. Il gallese poi è protagonista di una grande diagonale difensiva per fermare Richarlison. Poi si scollina il minuto ottanta e il sogno degli uomini in bianco e nero si realizza. Botta tremenda di Almiron, Pickford respinge male e Perez sigla il 2-2 da breve distanza. Due minuti dopo ancora lo spagnolo, dopo un controllo non perfetto di Rondon, è lesto a correggere con una cannonata da breve distanza.

Il replay mostra che Rondon era in fuorigioco, ma ai Magpies interessa poco. Il fischio finale manda i tifosi in delirio, con un bel balzo in classifica dei padroni di casa. La vittoria è ancora più importante considerando che dietro sia Cardiff che Southampton hanno vinto. Everton a picco, Silva sotto osservazione: i suoi hanno tutto, tranne che il carisma.

https://www.facebook.com/Everton/posts/10155842674306277

TABELLINO NEWCASTLE 3-2 EVERTON

Gol: 18′ Calvert-Lewin (EVE), 32′ Richarlison (EVE); 65′ Rondon (NEW), 81′, 83′ Ayoze Perez (NEW).

Ammoniti: 42′ Lascelles (NEW), 70′ Schar (NEW), 89′ Shelvey (NEW); 53′ Kenny (EVE).

Espulsi:

Arbitro: L. Mason.

Stadio: St James’ Park, Newcastle-upon-Tyne.

FORMAZIONI E PAGELLE

Newcastle (5-4-1): Dubravka 5,5; Yedlin 5,5, Schar 5,5, Lascelles [C] 4,5 (dal 46′ Dummett 6,5), Lejeune 5, Ritchie 5 (dal 73′ Kenedy 5,5); Perez 7, Hayden 6, Ki Sung-Yeung 6 (dal 79′ Shelvey 6), Almiron 6,5; Rondon 7,5. All: R. Benitez 7,5.

Sostituti non usati: Darlow, Diame, Manquillo, Joselu.

Squadra poco matura nel gestire i momenti nel primo tempo. In un minuto si ribalta tutto: da un rigore a favore allo 0-2 subito. Nel secondo tempo le squadra è molto più convinta e di conseguenza molto più razionale. Ritorna sul pareggio con grande cuore e meritatamente passa addirittura in vantaggio. Tifosi in delirio, e se lo meritano tutto.

Il migliore – Rafa Benitez Salomon Rondon. L’attaccante è l’unico che anche nel primo tempo tiene la testa realmente sulla partita e prova a fare qualcosa. Si avventa bene sul pallone del rigore e viene atterrato. Nel secondo tempo un suo perfetto gol rimette i Magpies in partita, poi contribuisce in maniera decisiva al ribaltamento del risultato. L’allenatore invece dimostra perché anche in zona salvezza sia uno dei migliori allenatori europei. Come si fa a portare una squadra da zona retrocessione a soli sei punti dalla quota salvezza con otto partite da giocare? Ve lo spiegano Rafa e il secondo tempo del suo Newcastle.

Il peggiore – Jamal Lascelles. Il capitano è nervoso, lento e impacciato. Il simbolo di un bruttissimo primo tempo è lui. Conclude la sua partita da dimenticare con un’ammonizione su un fallo totalmente inutile ai danni di Richarlison. Entra Dummett e la difesa è più stabile, e la riscossa parte.

Everton (4-2-3-1): Pickford 5; Kenny 5,5 (dal 87′ Walcott SV), Keane 6, Zouma 6,5, Digne 6,5; Andre Gomes 6,5, Gueye 5,5; Richarlison 6,5 (dal 75′ Mina 5,5), Sigurdsson [C] 5, Bernard 6,5 (dal 82′ Lookman SV); Calvert-Lewin 7. All: M. Silva 5.

Sostituti non usati: Davies, Schneiderlin, Stekelenburg, Tosun.

Toffees nel primo tempo mostrano una maturità e una caratura tecnica notevolmente superiore agli avversari. E questo vale per entrambi i gol, soprattutto per il secondo, quando la squadra di Silva è molto brava a ribaltare il momento del rigore contro nel 2-0 a favore. Nel secondo tempo invece viene fuori perché l’Everton si trova in un’anonima metà classifica. Manca consistenza, manca carisma. Puoi avere molta tecnica, ma così non si va da nessuna parte.

Il migliore – Calvert-Lewin. Il giovane inglese è molto sveglio ad andare su e portare in vantaggio i suoi con una bella girata di testa. Comunica bene con i compagni nel primo tempo e tiene in maniera composta il pallone. Nel secondo tempo è probabilmente l’unico che non va realmente sotto, sebbene cali abbastanza anche lui.

Il peggiore – Jordan Pickford. Il portiere della nazionale inglese ricorda molto l’atteggiamento spaccone di chi sa di avere tutto dalla propria parte e non poter perdere. Ma la fortuna può girarti le spalle e metterti in ridicolo. Fa una sciocchezza colossale sul rigore (sia l’errore che il fallo), lo para e da lì comincia a provocare più volte i tifosi avversari. Continua sul pallonetto di Rondon ma poi la Toon Army lo sovrasta. Tre ottime parate durante la partita (rigore compreso), ma un’altra serie di fesserie colossali. Il suo voto è la perfetta media fra 7 e 3.

 

 

Daniele Calamia

Daniele, 21 anni. Palermitano, studente di Economia, innamorato della Premier League. Curo i 'corner' delle due di Liverpool.
"2.5.15, ultimo gol di StevieG ad Anfield, io c'ero!".