Il ‘nuovo caso Pogba’ agita il Manchester United e accende il duello Juventus-Inter

0
433

Otto anni dopo l’incubo può ripetersi. Era il 2012 quando un giovanissimo Paul Pogba, giunto agli ultimi mesi di contratto con il Manchester United, decise di non firmare un nuovo accordo per trasferirsi qualche mese più tardi a parametro zero alla Juventus. I ‘Red Devils’ se ne pentirono ben presto, arrivando quattro anni più tardi a pagare 105 milioni di euro per riaverlo.

Otto anni dopo è Tahith Chong ad agitare il direttivo del club di Manchester. Esterno offensivo classe ’99, nato nelle Antille Olandesi, nell’Under 23 dello United anche in questa stagione sta facendo intravedere grandi cose, meritando anche il debutto tra i grandi in Premier ed Europa League. Ma lo spazio è ridottissimo e Chong, nonostante la giovane età, sente di meritare maggiore considerazione.

Per questo motivo, giunto agli ultimi sei mesi di contratto, il gioiellino ex Feyenoord si sta guardando attorno nonostante il Manchester United speri ancora di convincerlo a rinnovare. Intanto è ancora la Juventus una delle società più interessate al colpo. Da giorni in Inghilterra si parla di contatti tra la dirigenza bianconera e l’entourage del giocatore, con una super offerta che prevederebbe un ricco bonus economico alla firma più un contratto importante che lo sta tentando. Ma occhio agli ultimi sviluppi.

Anche i tabloid inglesi avevano parlato di un interessamento dell’Inter che dopo le notizie di oggi potrebbe diventare più concreto. Nella sede nerazzurra, nel pomeriggio di oggi, è arrivato infatti l’agente di Tahith Chong per incontrare i vertici del club. L’Inter d’altronde è sempre molto attenta al mercato dei calciatori in scadenza e questo può rivelarsi un autentico affare, oltre che un altro possibile sgarbo alla grande rivale Juventus. Un ‘nuovo caso Pogba’ con un finale diverso?