Fulham-Brentford: il finale condanna i Cottagers, d’ora in poi è vietato sbagliare

0
367
Photo by Getty Images

 

La Championship riapre i battenti e si fa subito sul serio. Al termine della stagione regolamentare mancano 9 partite e il Fulham fallisce il primo tentativo per accorciare le distanze dalle dirette concorrenti per la promozione. In un clima surreale i Cottagers affrontano nel match casalingo il Brentford, distaccato dai padroni di casa da una manciata di punti. La terza e la quarta della classe lottano per assicurarsi un posto ai play-off e sognare qualcosa di più, sperando in un passo falso di West Bromwich e Leeds. Detto, fatto: i primi non vanno oltre un opaco 0-0 contro il Birmingham e i secondi toppano in Galles ai danni di un Cardiff prorompente e ad un passo dalla sesta posizione.

 

LA CRONACA: A Londra assistiamo ad una partita equilibrata capace di regalare alcune emozioni degne di nota. I Whites spingono forte per tutta la prima frazione di gioco: l’azione più pericolosa arriva al 15’ quando Decordova-Reid servito da uno splendido assist di Reed, uno degli uomini partita, lascia partire dalla sinistra un missile che si schianta sull’incrocio dei pali, l’azione prosegue e Knockaert ci riprova dal limite dell’area andando vicino al palo sinistro della porta difesa da Raya. Bisogna aspettare il secondo tempo per rimarcare una clamorosa palla gol capitata sulla testa di Mitrovic che ha pochi passi dalla porta si fa intercettare un tiro a botta sicura. L’attaccante serbo, apparso sottotono e poco cinico alla prima apparizione dopo la sosta, aveva già assaporato la via del gol quattro minuti prima al 54’, quando un guardalinee attento ha rilevato una posizione millimetrica di offside. Il numero 9 impensierisce l’estremo difensore avversario un paio di volte ancora, ma il Brentford cresce e sale in cattedra negli ultimi attimi di una gara meritata per larghi tratti dal Fulham. La retroguardia avversaria, la seconda migliore del campionato, non si fa trovare impreparata e respinge gli ultimi attacchi degli uomini di Scott Parker che subiscono un micidiale uno-due nel finale: il prospetto Benrahma punge al 88’ mentre il contropiede orchestrato da Marcondes al 91’ chiude i giochi e taglia le gambe ai Cottagers, finisce 0-2.

 

L’ULTIMA CHANCE: Il capitano Tom Cairney nel pre-partita aveva dato la carica ai suoi, dichiarando che era negli obbiettivi del Fulham ottenere l’accesso diretto alla Premier League. I giochi ora si complicano e il caso non lascia spazio a recriminazioni o ulteriori errori; sabato prossimo sarà la volta del Leeds del “Loco” Bielsa e un passo falso polverizzerebbe ogni speranza di trionfo, mettendo in fuga i Peackocks che si troverebbero a 10 punti di vantaggio.

Luca Marcat