Il Tottenham di Conte, ambizioni e obiettivi

0
1
Conte (©Getty Images)
Spread the love

Il ritorno di Antonio Conte in Inghilterra non è certamente passato inosservato. Il nuovo allenatore del Tottenham ha debuttato in panchina con un sofferto successo in Conference League contro il Vitesse (3-2), mostrando sin da subito la sua grande voglia di vincere. L’ex tecnico dell’Inter ha stipulato un contratto di 18 mesi, in comune accordo con il club, ma l’intenzione è di prolungarlo. Quest’anno sarà probabilmente di costruzione, anche se il distacco dal Chelsea, primo della classe, non è impossibile (10 punti).

L’obiettivo più immediato è tornare in Champions. D’altra parte, basta guardare le quote, per intuire perché 888Sport e altri popolari bookmakers, hanno cambiato in poche ore la loro opinione sul Tottenham. L’arrivo di Conte, infatti, viene considerato dagli esperti di betting, una garanzia per gli Spurs nel recuperare posizioni in classifica. Le quote qualificazione Champions sono scese a 6.50 per la formazione da pochi giorni affidata al tecnico italiano: qualche settimana fa, erano in doppia cifra.

Dopo il buon esordio in Conferenze League, Conte ha ammesso che la squadra deve migliorare in diversi aspetti, sia nella condizione atletica che tattica, e per questo motivo ha chiesto del tempo. Tra i giocatori che più di altri hanno apprezzato molto la scelta tecnica del club, si segnala il capitano Harry Kane.

Dopo aver vinto la Premier e una coppa d’Inghilterra alla guida del Chelsea, ora l’ex allenatore dell’Inter vuole ripetersi, ben conscio che si è legato a un club che non vince il campionato inglese dal 1961. Considerando l’alto livello qualitativo delle avversarie (City, United, Liverpool, Chelsea), non sarà certamente una sfida facile.

Tornerà però a lavorare con Fabio Paratici, l’ex ds bianconero lo ha convinto a trasferirsi a Londra. Entrambi hanno già lavorato insieme e vinto alla Juventus. È stato accolto benissimo dai tifosi inglesi, ora spera di ripagarli con il duro lavoro ed i risultati che questo team merita per la sua storia, essendo uno dei più antichi d’Inghilterra, fondato nel 1882.

Negli ultimi anni soltanto con Pochettino in panchina è riuscito a conquistare un importante traguardo, la finale di Champions League, poi persa contro il Liverpool. Qui ha allenato (dal 2019 al 2021) anche Josè Mourinho, attuale tecnico della Roma. Adesso spetta all’allenatore leccese risollevare le sorti di un club e di una tifoseria che attende da troppo tempo la vittoria di un trofeo (l’ultimo, la Coppa di Lega, risale al 2007-2008). L’avventura di Conte al Tottenham è dunque ufficialmente iniziata.