Le tre cose che abbiamo imparato da Burnley – Crystal Palace 0-2

0
146
Photo by Getty Images

BURNLEY – CRYSTAL PALACE 0-2

Dopo l’ottima prova contro il Liverpool trasferta insidiosa in quel di Burnley per il Crystal Palace. I padroni di casa reduci dal 3-0 sul campo del Watford sono in forma smagliante.Pomeriggio in cui soffia un vento gelido, si gioca con i guanti. Primo tempo bloccato nel primo quarto d’ora, poi sale in cattedra Wilfried Zaha e i tifosi ospiti, sempre numerosi in trasferta, si scaldano. Il Burnley fatica a uscire dalla propria metà campo e prova a scaraventare palloni nell’area avversaria mala difesa avversaria fa buona  guardia. A metà primo tempo da uno di questi lanci lunghi scaturisce un’ottima occasione per Barnes che davanti a Guaita manca clamorosamente l’aggancio. Il Palace dopo lo spavento iniza a giocare alto e i terzini salgono, Zaha sulla fascia fa quello che vuole e nel recupero della prima frazione porta in vantaggio i suoi con un tiro potente sul primo palo, Pope non esente da colpe. La ripresa si apre ancora con un’occasione colossale per Barnes che a tu per tu con Guaita calcia altissimo, giornata no. La ripresa scivola via veloce, il tempo corre e i adroni di casa non riescono a creare più pericoli, le Egles ne approfittano e chiudono i conti con Jeffrey Schlupp, appena entrato, che approfitta di un pasticcio difensivo e insacca per i 2-0. Gli assalti finali del Burnley vengono contenuti da Guaita che nel finale si rende protagonista di un intervento decisivo. Finisce con il Crystal Palace che torna a Londra con i tre punti in tasca.

BURNLEY 4-4-2 Pope, Taylor, Mee, Tarkowski, Bardsley, Brady, Hendrick, Cork, McNeil, Wood, Barnes

CRYSTAL PALACE 4-5-1 Guaita, Dann; Tomkins, Kelly, Van Aanholt, McArtuhur, Kouyate, Milivojevic, Townsend, Zaha, Ayew

MARCATORI Zaha 46′, Schlupp 78′

IL MIGLIORE Zaha – I tifosi intonan il suomnome, Hodgson applaude, giornata di grazia per Wif, che quando vuole, è incontenibile. Oltre il gol si aggiunge una prestazione sontuosa.

LE TRE COSE CHE ABBIAMO IMPARATO DA BURNLEY – CRYSTAL PALACE

  • Quando Wilfried Zaha sale in cattedra è difficile fermarlo, il numero 11 delizia la platea con un gol e una serie di giocate ad alto coefficiente di difficoltà, adesso serve costanza.
  • Nonostante la vittoria Jordan Ayew non incide, perde troppi palloni e non non fa salire la squadra, cercasi attaccante per Gennaio
  • Il Burnley senza il contributo prezioso di Barnes, oggi in giornata no, fatica e non poco, servono più rifornimenti in avanti